All’Alpe Cimbra, tre percorsi tematici per conoscere l’altopiano e scoprire storia e...

All’Alpe Cimbra, tre percorsi tematici per conoscere l’altopiano e scoprire storia e paesaggio

1821
CONDIVIDI
Trentino, Dolomiti, Alpe Cimbra, Alpi, Folgaria, Lavarone, Luserna, Grande Guerra, vacanza attiva, Alpe Cimbra Activity, Fat bike, E-bike, Free ride, Downhill, bike park, Pasubio, cavallo, maneggio
una delle sculture che troviamo lungo il percorso

Folgaria Lavarone e Luserna offrono passeggiate per tutte le età. Sull’altopiano troviamo percorsi suggestivi che ci immergono nella natura e nella cultura alpina, pur senza dover affrontare grandi dislivelli. Nella prossima puntata vi raccontiamo tre percorsi tematici.

Il sentiero “Sulle tracce dell’Orso” è un percorso ad anello di circa 11 km. Parte dal centro di Luserna e passando da Malga Millegrobbe conduce alla cima del Monte Cucco, scendendo poi verso Malga Costalta, la Fontana dell’Orso e Malga Millegrobbe di sopra per poi rientrare a Luserna. Lungo il tragitto si incontrano molte testimonianze del primo conflitto mondiale, come le Caserme di Costalta, le trincee, le mulattiere militari, le postazioni per l’artiglieria. Il dislivello è di circa 430 metri.

La nostra puntata inizia ai Cueli, piccola frazione vicino a San Sebastiano, sull’Alpe Cimbra
Qui troviamo un percorso nel bosco denominato Sentiero dell’acqua lungo il torrente Astico. Una delle attrazioni principali è l’antico Molino Cuel
Ivano Cuel ci ha raccontato la storia del mulino
ci spostiamo poi a Luserna, dove troviamo Luca Zotti che ci racconta il sentiero dell’Orso
si tratta di un percorso storico di 11 km sulle tracce della prima guerra Mondiale. Il percorso prende il nome dalla fontana alla fine di questo invaso.
Arriviamo poi alla Baita del Neff: una graziosa baita dove degustare a pranzo e cena ottimi piatti della tradizione trentina.
viviamo un’altra esperienza nel bosco: “Il respiro degli alberi”: un percorso che apre scorci inaspettati sui territori circostanti
una delle sculture che troviamo lungo il percorso
il lago di Caldonazzo
Linda Tezzele ci presenta il programma Alpe Cimbra Activity e ci spiega le corrette movenze del Nordic Walking

Il “Respiro degli alberi” si trova invece a Lavarone e ci offre vedute spettacolari sul territorio dell’Alpe Cimbra e sui territori circostanti. Parte dalla località Tomazol, tra gli abitati di Virti e Chiesa e ci conduce nel bosco con splendide viste sugli abeti bianchi e rossi, faggi, larici, rododendri. Attorno, si gustano panorami unici sulla valle di Centa San Nicolò ed il lago di Caldonazzo, la Vigolana e le Dolomiti di Brenta

Il “Sentiero dell’acqua” è un viaggio nel tempo in uno dei luoghi più suggestivi dell’Alpe Cimbra: le rive del torrente Astico. Siamo a Cueli, piccola frazione vicina a San Sebastiano. Lungo il percorso è possibile visitare un insieme straordinario ed irripetibile di resti di insediamenti artigianali come fornaci per la calce, ed edifici dove si esercitavano le attività rurali del mugnaio, del segantino e del boscaiolo, nonché un’interessante monumento botanico: i frassini di Cueli. La presenza di mulini e segherie che sfruttano la corrente del torrente Astico fu una costante della vita economica di questa zona e costituì per secoli la principale fonte di sussistenza di tutta la comunità.