ALPE CIMBRA: IL FASCINO EUROPEO DEGLI ALTIPIANI

ALPE CIMBRA: IL FASCINO EUROPEO DEGLI ALTIPIANI

1565
CONDIVIDI

L’Alpe Cimbra riassume oggi un’identità geografica e culturale che proietta questa parte di Trentino nelle Alpi e nella storia europea restituendogli una rinnovata identità.

L’Alpe Cimbra non è solo la congiunzione territoriale fra Folgaria, Lavarone e Luserna: è anche un aggregato identitario che oggi si propone attraverso il turismo dell’esperienza e la grande storia.

La nostra puntata inizia ai Cueli, piccola frazione vicino a San Sebastiano, sull’Alpe Cimbra
Qui troviamo un percorso nel bosco denominato Sentiero dell’acqua lungo il torrente Astico. Una delle attrazioni principali è l’antico Molino Cuel
Ivano Cuel ci ha raccontato la storia del mulino
ci spostiamo poi a Luserna, dove troviamo Luca Zotti che ci racconta il sentiero dell’Orso
si tratta di un percorso storico di 11 km sulle tracce della prima guerra Mondiale. Il percorso prende il nome dalla fontana alla fine di questo invaso.
Arriviamo poi alla Baita del Neff: una graziosa baita dove degustare a pranzo e cena ottimi piatti della tradizione trentina.
viviamo un’altra esperienza nel bosco: “Il respiro degli alberi”: un percorso che apre scorci inaspettati sui territori circostanti
una delle sculture che troviamo lungo il percorso
il lago di Caldonazzo
Linda Tezzele ci presenta il programma Alpe Cimbra Activity e ci spiega le corrette movenze del Nordic Walking

 

Qui sono passati Freud e Musatti, qui c’è stato uno dei teatri più cruenti della Grande guerra e si è verificata una lunga stagione di emigrazioni e contatti che hanno arricchito questi luoghi della cultura mitteleuropea, aperta all’innovazione e alla modernità.

Questa atmosfere possono rivivere oggi grazie ad una proposta turistica che restituisce, specie nel periodo estivo, la vocazione di un ambiente che risulta la  meta ideale per il relax intelligente e la vacanza attiva.

Grazie ad Alpe Cimbra Activity è possibile ad esempio partecipare a lezioni e percorsi dedicati alla camminata nordica.

Ampio spazio poi alla mountain bike, ma anche alla bicicletta da corsa, Fat Bike, E-bike con pedalata assistita fino ad arrivare per chi ha voglia di adrenalina pura al Free Ride e Downhill al Bike Park di Lavarone

La nostra puntata inizia ai Cueli, piccola frazione vicino a San Sebastiano, sull’Alpe Cimbra
Qui troviamo un percorso nel bosco denominato Sentiero dell’acqua lungo il torrente Astico. Una delle attrazioni principali è l’antico Molino Cuel
Ivano Cuel ci ha raccontato la storia del mulino
ci spostiamo poi a Luserna, dove troviamo Luca Zotti che ci racconta il sentiero dell’Orso
si tratta di un percorso storico di 11 km sulle tracce della prima guerra Mondiale. Il percorso prende il nome dalla fontana alla fine di questo invaso.
Arriviamo poi alla Baita del Neff: una graziosa baita dove degustare a pranzo e cena ottimi piatti della tradizione trentina.
viviamo un’altra esperienza nel bosco: “Il respiro degli alberi”: un percorso che apre scorci inaspettati sui territori circostanti
una delle sculture che troviamo lungo il percorso
il lago di Caldonazzo
Linda Tezzele ci presenta il programma Alpe Cimbra Activity e ci spiega le corrette movenze del Nordic Walking

 

Nei morbidi paesaggi immersi tra le montagne, l’Alpe Cimbra è il luogo ideale per passeggiate ed escursioni di qualsiasi livello di difficoltà, dalle strade battute in mezzo a pascoli e boschi, accessibili anche in carrozzina, ai sentieri più impervi sui massicci della Vigolana o del Pasubio.

Per gli amanti di uno sport esclusivo a Costa di Folgaria ad un’altitudine di 1.200 m si trova un favoloso campo a 18 buche con uno sviluppo complessivo di 5.472 m. La struttura è dotata di un Driving Range, un Pitching Green e un Putting Green.

golf_folgaria_649_girovagando (1)
facciamo poi tappa sul circuito 18 buche del Golf Club di Folgaria
golf_folgaria_649_girovagando (2)
Walter con Daniele Binda, direttore del Golf Club di Folgaria e Daniela Vecchiato, direttrice Alpe Cimbra

golf_folgaria_649_girovagando (3)

 

Andare a cavallo sull’Alpe Cimbra significa infine percorrere un susseguirsi di ampi panorami e di paesaggi emozionanti: è questa la cornice che accompagna cavalli e cavalieri che solitari o in gruppo si spingono alla scoperta dell’Altopiano di Folgaria, Lavarone e Luserna.

Ma in un territorio come questo non poteva mancare il legame con l’agricoltura di montagna che qui esprime innanzitutto la verticalità gustativa del formaggio Vezzena accanto a prelibatezze provenienti dall’arte del forno e dell’artigianalità dolciaria. Fragranze che si presentano agli amici dell’Alpe attraverso il marchio “Prodotto Qui”.