ALTO GARDA

ALTO GARDA

1599
CONDIVIDI

Un territorio amico dei bambini – 20 ottobre 2011

La nostra giornata inizia a Nago, sopra a Torbole, sull’antica strada sterrata che collega questo delizioso borgo al lago di Garda. Qui ci attende un gruppo di bambini di una scuola elementare accompagnati dalle loro insegnanti e da alcuni amici della SAT, la Società degli Alpinisti Tridentini.

Le escursioni della SAT per i giovani

Marco Matteotti, segretario provinciale della SAT, ci parla di questo ambiente, caratterizzato da un clima mediterraneo pur essendo incastonato nelle prealpi trentine e ci introduce alle attività della Società alpinistica rivolte ai bambini. Ci piace ricordare l’importanza dell’educazione e dalla preparazione all’alpinismo così come all’escursionismo. La giornata di oggi ci sembra dunque ideale per documentare un’attività fondamentale per gli “alpinisti del futuro”. Giorgio Galas, Vicepresidente della SAT di Riva del Garda, spiega a questi ragazzi una storia del tutto speciale.

freccia_rossa SAT Sezione Riva

“Galea per Montes”

La piccola e suggestiva valletta di Santa Lucia, che scende da Nago verso Torbole ai piedi delle rocce precipiti di castel Penede, fu testimone nel 1439 di un fatto straordinario: il passaggio di una intera flotta veneziana formata da sei galee e 25 imbarcazioni più leggere (vedi Galeas per montes da Wikipedia). L’obiettivo era sconfiggere i Visconti milanesi che avevano occupato il versante occidentale del grande specchio lacustre italiano. L’idea di una simile impresa fu di un vecchio uomo di mare, Sorbolo da Candia, che la espose al Senato della Serenissima ottenendone tutti i mezzi necessari per la sua realizzazione. L’unica via di accesso sono dunque le valli di Ledro e del Chiese, attraverso le quali sarebbe possibile prendere il nemico alle spalle. Ma per risalire la valle di Ledro attraverso il Ponale, è necessario avere il dominio e il controllo delle acque dell’Alto Garda. Ed è qui che si rivela la grande abilità strategica dei veneziani e la loro determinazione davanti ad imprese che sembravano a prima vista impossibili. Le galee vengono fatte risalire lungo l’Adige e portate a Mori e Loppio per poi scendere verso il lago attraverso il percorso di Nago. Nel febbraio del 1439 la flotta fu varata nel porto di Torbole. I veneziani speravano, contando sulla loro antica esperienza nelle battaglie navali, di vincere i milanesi sul lago, ma ne furono sconfitti al largo di Maderno, e la loro flotta, il cui trasferimento sul Garda tanta fatica era costata, venne distrutta. La fermezza dei veneti seppe tuttavia vincere lo sconforto. Si rimisero al lavoro e costruirono, questa volta sulla spiaggia di Torbole, una nuova flotta. “Acciocché non paresse che avessero perduto l’animo, ordinarono una nuova armata, da essere posta in lago con diverso modo da quello di prima, cioè che i legnami e le altre materie fossero condotte a Torbole su seicento carri…”. Il 17 maggio 1440 i veneziani sconfissero la flotta milanese al largo di Torbole, vicino al Ponale, e Brescia poté ricevere finalmente i vettovagliamenti attraverso il lago.

[Modello "responsive" non trovato]

La mitica strada del Ponale

Lasciamo Torbole sul lago e risaliamo la Ponale, l’antica strada che collega Riva del Garda alla Valle di Ledro. Oggi questa strada è stata adattata a percorso ciclabile e pedonabile per tutti gli amanti del Garda. Qui incontriamo diversi amici come Sergio Amistadi della SAT and Bike Riva del Garda e Fabrizio Di Stasio presidente Comitato Giacomo Cis. Entrambi ci parlano di questo ambiente straordinario e di questa suggestiva strada, depositaria di tanti ricordi naturalistici e storici. Sergio Amistadi ci introduce ai tanti percorsi ciclabili che offre l’Alto Garda e all’attività della SAT rivolta ai giovani ciclisti.

Festival della Famiglia

26-28 ottobre 2012

I bambini sono del resto i protagonisti del Distretto famiglia. In Trentino infatti sono diversi i territori che hanno deciso di diventare amici dei bambini e delle loro famiglie. Si tratta di iniziative volte al sostegno e alla creazione di un clima accogliente sia dal punto di vista culturale che economico. In tutto questo anche il turismo gioca un ruolo da protagonista. L’obiettivo è in questo caso quello di accompagnare i bambini ed i loro genitori attraverso servizi dedicati ai loro bisogni in un clima rassicurante ed in strutture organizzate. Su questi argomenti si terrà a fine ottobre a Riva del Garda il primo Festival della Famiglia. Che compongono un Distretto famiglia sono soggetti sia pubblici sia privati. Vi sono ad esempio esercizi come il rifugio San Pietro che aderisce al progetto (abbiamo repertorio) e che organizza servizi, menu e spazi dedicati ai bambini e genitori utilizzando il marchio Family in Trentino. Altri esempi riguardano il sostegno per la casa, il canone moderato, sportelli informativi per i cittadini, manifestazioni dedicati ai bambini, tariffe agevolate per lo sport, un’attenzione specifica per le esigenze delle mamme. Ce ne parlano Mirella Serafini, referente del Distretto Famiglia dell’Alto Garda e Giovanni Laezza direttore di Fierecongressi Spa. Prima di salutarci i nostri occhi cadono sulla Baby Little Home. Questa particolarissima struttura sarà presente durante la giornate del Festival della famiglia con rinnovato arredamento interno. La baby little home viene aperta dalle ore 9 alle 20 e consente alle mamme di usufruire di uno spazio per l’allattamento e la pulizia del bambino.

Appuntamento dunque a Riva del Garda per il primo festival della famiglia. Da venerdì 26 a domenica 28 ottobre saranno presenti relatori di gran classe per parlare del bene famiglia sia dal punto di vista sociale che economico. Un invito ad affrontare il futuro, insieme e con più serenità.

testo di Walter Nicoletti
foto di Agh

© Copyright 2001-2012 – E’ vietata la riproduzione di testi e foto
salvo esplicita autorizzazione – Tutti i diritti riservati / All rights reserved

A.P.T. DEL GARDA TRENTINO
Ingarda Trentino S.p.A.
Largo Medaglie d’Oro al Valor Militare, 5
38066 Riva del Garda
Tel +39 0464 554444
www.gardatrentino.it

cruze (1)
La nuova Chevrolet Cruze di Girovagando messa a disposizione dalla Concessionaria Franceschi