ALTOPIANO DELLA VIGOLANA

ALTOPIANO DELLA VIGOLANA

2350
CONDIVIDI

15 ottobre 2011

Questa settimana la nostra troupe è salita sull’Altopiano della Vigolana, un luogo di “prossimità”, vicino alla città di Trento eppure immerso in una realtà ancora agricola, circondata da verdi foreste e da cime di tutto rispetto.

Bivacco Vigolana alla Madonnina

La puntata inizia al Rifugio Madonnina, proprio sotto l’omonima guglia che rappresenta una delle icone più famose delle prealpi. Qui ci attendono il presidente del Consorzio Turistico della Vigolana Franco Campregher e la guida alpina Mario Martinelli. Mario è un grande esperto di queste montagne che assieme ad alcuni amici ha deciso di scalare la piccola parete della Madonnina a suo tempo aperta da Gigi Giacomelli. Franco Campregher ci parla di questo territorio, delle caratteristiche del clima di transizione di questi paesi e delle tante possibilità per praticare una vacanza attiva a stretto contatto con la natura. Maurizio Frisanco, esperto alpinista, ci parla delle diverse possibilità di arrampicata che esistono in Vigolana ripercorrendo le vie classiche aperte fra gli anni sessanta e settanta.

[Modello "responsive" non trovato]

Sull’Altopiano della Vigolana con gli accompagnatori di territorio

Scendiamo verso il Doss del Bue per incontrare gli amici del Maso del Sole, un circolo equestre animato da Lino Guerra e dai figli Sabrina e Stefano. Lino è un uomo che ha dedicato la vita alla passione per i cavalli e assieme ai figli organizza una scuola equestre e diverse escursioni attraverso strade sterrate e sentieri. Scendiamo poi verso il parco delle Rimembranze nei pressi di Valsorda, teatro nel 1866 di una battaglia risorgimentale, per raggiungere il Forte Fornace, una struttura di difesa austroungarica costruita verso la fine dell’Ottocento. Ci fa strada Stefano Mayr, un accompagnatore di territorio che sull’altopiano promuove una serie di visite guidate di carattere storico e naturalistico. Il forte Fornace, assieme a quello di Brusafer, rientrava nella fascia di difesa orientale della città di Trento e si trova in un ottimo stato di conservazione. L’altopiano offre tantissime opportunità per muoversi, per conoscere la natura e l’agricoltura, per apprezzare con discrezione un territorio simbolo del Trentino attraverso il percorso dei 60 chilometri della Vigolana che grazie a diramazioni e raccordi si sviluppa anche in altezza fino a sfiorare i 180 chilometri fra strade e sentieri. Sui prati di Campregheri, sopra a Vattaro in direzione di Centa San Nicolò, incontriamo Chiara Laudi, istruttrice di nordic walking. Chiara ci spiega i segreti della “camminata nordica” attraverso la quale è possibile scoprire il territorio e rigenerare il corpo e lo spirito.

A tavola: Malga Doss del Bue

Facciamo quindi tappa al ristorante della Malga Doss del Bue, un locale che ha fatto la storia dell’ospitalità sull’altopiano e che, dopo una radicale ristrutturazione, viene gestito dall’amico Massimo Ferrari. A pochi chilometri da Trento e dai laghi di Caldonazzo e di Levico, l’ospite può degustare in una cornice di pace e tranquillità una serie di menù provenienti dal territorio, attenti al prezzo e alla qualità. La puntata si completa con i contributi degli amanti della bicicletta e con i rappresentanti dei prodotti tipici di questo territorio: dai piccoli frutti alla mela, dalle patate alle castagne, dai formaggi tipici ai tanti trasformati. L’altopiano della Vigolana vi aspetta per una vacanza serena e nello stesso tempo appartata e rigenerante.

Malga Doss del Bue
Loc. Doss del Bue, 200, Vattaro, Italia
+39 0461 848249

 

testo di Walter Nicoletti
foto di Alessandro Ghezzer (Agh)

© Copyright 2001-2011 – E’ vietata la riproduzione di testi o foto
salvo esplicita autorizzazione – Tutti i diritti riservati / All rights reserved