ARRIVA L’ESTATE!

ARRIVA L’ESTATE!

Nella prossima puntata, dal sapore estivo, vi portiamo a scoprire alcuni angoli di Trentino dove trascorrere momenti rilassanti ed unici. Paesaggi, luoghi ed attività per tutta la famiglia.

27
CONDIVIDI

L’estate sta arrivando e noi di Girovagando in Trentino vi proponiamo tre esperienze davvero magiche sulle Dolomiti e verso il Lago di Garda.

Iniziamo dalla val di Fassa, dove è possibile percorrere una miriade di sentieri dolomitici ed alpini sia a piedi sia a cavallo o con la mountain bike.

Oltre al nordic walking, l’Apt promuove quattro tipi di escursioni passando dalle passeggiate di fondovalle alle camminate d’alta quota, dalle escursioni a cavallo alle vere e proprie traversate.

Guide alpine e accompagnatori di media montagna sono a disposizione per gli accompagnamenti così come alberghi specializzati denominati Walking Hotel.

A Pozza di Fassa saliamo verso la val Jumela con gli impianti della Funivie Buffaure per ammirare incomparabili scorci di natura.

In diverse vallate gli impianti di risalita consentono un certo avvicinamento alla montagna contribuendo ad inserire tanti ospiti in un ambiente davvero stimolante e sicuro.

Qui, ci spiegano la Vicepresidente e il direttore degli impianti Elisa Maccagni e Tiziano Rasom, sono stati approntati una serie di percorsi guidati che vedono protagonisti i bambini.

Il Regno del Salvan rappresenta un ventaglio di piccole e grandi proposte per avvicinare questi giovani amici alla natura attraverso percorsi dedicati al bosco, alle piante spontanee e ai fiori, alla geologia, alla mitologia dolomitica e all’acqua.

Ci spostiamo poi in Val di Sole, o meglio in Val di Rabbi.

La val di Rabbi, che inizia proprio sopra l’abitato di Malé percorrendo a ritroso il corso del torrente Rabbies, rappresenta l’approdo ideale per coloro che amano le vacanze naturalistiche.

Nella parte alta, superati i paesi e la località Bagni di Rabbi, sede delle omonime terme, la valle si immerge nei silenzi, nelle distese boscate e quindi nelle praterie e nei monti del Parco Nazionale dello Stelvio.

Un’attenta segnaletica ed un puntuale sistema di informazione guidano il turista che vuole diventare un buon passeggiatore, un escursionista e quindi un vero e proprio trekker.

Accompagnati da Dario Andreis dell’Apt della Val di Sole, risaliamo il versante destro del Rabbies fino a raggiungere il famoso ponte sospeso su uno degli affluenti del celeberrimo torrente.

Da un’altezza di circa 30 metri, il visitatore può vivere momenti di autentica emozione e di scoperta di un ambiente sempre più selvaggio.

Possenti conifere e altri corsi d’acqua fanno poi da cornice lungo il sentiero che ci conduce a malga Fratte.

Sui prati di malga Fratte incontriamo anche Ezio Cicolini, un malgaro che ha toccato il novantesimo anno di età e che ci racconta la vita dei pastori di un tempo che passavano l’estate nel più completo isolamento dell’alpeggio.

Infine, scendiamo verso il Lago di Garda alla scoperta della mitica Ponale, il collegamento stradale che collegava il Basso Sarca con la Valle di Ledro, e che è oggi disponibile per ciclisti e pedoni seguendo una rinnovata filosofia sportiva ed escursionistica.

Messi in sicurezza i tratti più delicati, i bikers possono ora transitare lungo un tracciato meno accidentato, mentre per gli escursionisti sono previsti passaggi dedicati che aiutano una serena “convivenza”.

Ci accompagna in questa escursione Mara Cossu, esperta guida di MTB, grazie alla quale visitiamo anche il centro storico di Riva ed alcuni scorci interessanti del lungolago.

La MTB e tutto quanto significa il mondo della bicicletta hanno fatto dell’Alto Garda una meta internazionale tanto che oggi sono disponibili, come ci indica una preziosissima guida di Garda Trentino, ben 44 tracciati per un totale di 1370 chilometri di percorsi attorno a questo incantevole lago.