venerdì, agosto 10, 2018

in onda

in onda

La VAL DI FASSA, agriturismo ed escursionismo: binomio perfetto

Come unire il vero agriturismo con l’escursionismo e la scoperta delle Dolomiti?

Ecco la nuova puntata di Girovagando che vi porta alla scoperta di alcuni angoli della Val di Fassa a contatto con la zootecnia di montagna, i suoi prodotti ed i suoi sentieri.

Siamo a Soraga, ai piedi del gruppo dei Monzoni.

Qui Paolo Brunel porta avanti da molti anni un allevamento di Razza Bruna per la produzione di un ottimo latte di montagna, base per formaggi come il Cuor di Fassa e di altri nostrani, così come per un ottimo yogurt e latte fresco.

Accanto alla stalla, nello spazio aperto dei primi pascoli sopra l’abitato, è sorto recentemente l’agriturismo Malga Piè, dal nome dell’antico manufatto che campeggia ancora sopra la stalla raggiungibile un tempo solo a piedi. 

La struttura si presenta impreziosita da un abbondante infrastruttura di legno, il larice della val di Fassa, e le stanze invitano ad uno stretto contatto con l’ambiente Dolomitico e al relax.

Vicino all’agriturismo, la moglie di Paolo, Adriana, coltiva un orto ricco di primizie opportunamente difeso da un possente steccato, anch’esso in legno.

La figlia Erika si occupa della gestione della nuova struttura che si caratterizza per abbondanti e genuine colazioni e altri piatti della tradizione.

Malga Piè risulta una struttura che coniuga con impegno e dedizione l’aspetto zootecnico, la vita in campagna con l’ospitalità e la buona cucina.

Ricaricati da un ottimo pranzo siamo dunque pronti per la nostra escursione.

In val di Fassa è possibile percorrere una miriade di sentieri dolomitici ed alpini sia a piedi sia a cavallo o con la mountain bike.

Oltre al nordic walking, l’Apt promuove quattro tipi di escursioni passando dalle passeggiate di fondovalle alle camminate d’alta quota, dalle escursioni a cavallo alle vere e proprie traversate.

Guide alpine e accompagnatori di media montagna sono a disposizione per gli accompagnamenti così come alberghi specializzati denominati Walking Hotel.

Il Dolomiti Panorama Trek consente il collegamento di Fassa con Fiemme e il Primiero per un’estensione di 200 chilometri e 20 tappe.

In Val di Fassa passa anche il Sentiero giallo della Via Alpina che collega a piedi 8 paesi europei.

A Pozza di Fassa saliamo verso la val Jumela con gli impianti della Funivie Buffaure per ammirare incomparabili scorci di natura.

In diverse vallate gli impianti di risalita consentono un certo avvicinamento alla montagna contribuendo ad inserire tanti ospiti in un ambiente davvero stimolante e sicuro.

Qui, ci spiegano la Vicepresidente e il direttore degli impianti Elisa Maccagni e Tiziano Rasom, sono stati approntati una serie di percorsi guidati che vedono protagonisti i bambini.

Il Regno del Salvan rappresenta un ventaglio di piccole e grandi proposte per avvicinare questi giovani amici alla natura attraverso percorsi dedicati al bosco, alle piante spontanee e ai fiori, alla geologia, alla mitologia dolomitica e all’acqua.

E in tema di vacanza non possiamo che ricordarvi che anche noi di Girovagando andremo in ferie per qualche settimana, ma ci rivedremo ai primi di settembre come sempre per raccontarvi il Trentino e le sua montagne.

Vacanze green in VALSUGANA e LAGORAI

La nostra escursione inizia in Val Calamento presso l’oasi naturalistica di Valtrigona. Sergio Boschele, anima del WWF della valle e responsabile di questo angolo di natura incontaminata, ci accompagna alla scoperta di questi manufatti alpestri perfettamente conservati e ristrutturati per consegnare al visitatore l’esperienza dell’antica malga, dell’arte della caseificazione di montagna e del rispetto del territorio.

La Val Calamento si presta egregiamente per altre escursioni, compresa l’ascesa cin bike verso passo del Manghen dal quale è possibile scendere verso la val di Fiemme.

Una sosta presso il ristrutturato Hotel Aurai ci permette di conoscere una struttura che intende diventare un punto di riferimento per il turismo naturalistico della valle.

Dopo alcuni chilometri di pista ciclabile eccoci poi  Grigno per ammirare il Trincerone della Grande guerra e prendere visione dei nuovi lavori di abbellimento ambientale.

Nel punto di confluenza fra il torrente Grigno con il Brenta, ci spiega l’assessora alla cultura del vicino comune Barbara Bellini, è stata realizzata un’area relax molto interessante che si collega al nuovo ponte e al nuovo tratto di ciclabile che declina verso Bassano.

Il Trincerone è un’opera realizzata nel corso della prima guerra mondiale dall’esercito italiano che non ha mai subito danneggiamenti ed è oggi visitabile grazie agli accompagnatori dell’associazione Forte delle Benne e all’impegno del comune di Grigno.

Siamo poi a Villa Strobele in Valle del Sella per ammirare le nuove opere che inaugurano l’estate 2018 di questa particolarissima realtà leader a livello internazionale nel campo della Land art. Con Laura Tomaselli, anima assieme ad altri colleghi di Arte Sella, percorriamo il nuovo sentiero presso questa villa, punto di riferimento essenziale per coloro che vogliono capire l’arte nella natura.

Denis Pasqualin, presidente dell’Apt della Valsugana e Lagorai, ci illustra i programmi e le iniziative di un territorio che ha fatto del rispetto dell’ambiente il suo cavallo di battaglia ad iniziare dal rispetto dei laghi fino alla valorizzazione delle montagne anche dal punto di vista culturale e storico. Notevole a riguardo l’attenzione rivolta al tema della Grande guerra e ai suoi itinerari lungo l’antico fronte.

Concludiamo al lago di Levico assieme a Patrizio Andreatta dell’Apt per un giro attorno a questo specchio d’acqua incontaminato circondato da boschi e percorsi tutti da scoprire.