sabato, febbraio 16, 2019

in onda

in onda

CAMPIGLIO-DOLOMITI DI BRENTA: dalla Val di Sole alla Rendena sci ai piedi

Ecco a voi il comprensorio sciistico che si sviluppa dalla Val Rendena alla Val di Sole passando da Pinzolo a Campiglio, da Marilleva a Folgarida visitabile sul sito www.ski.it

Con Cristian Gasperi, direttore generale delle Funivie di Folgarida e Marilleva partiamo da Daolasa saliamo fino in quota per poi scendere con gli sci fino al Family Park di Folgarida e per riprendere gli impianti verso il Monte Vigo e provare la nuova pista Orso Bruno.

Visitato il versante di Marilleva con tutte le strutture attente alla dimensione Family dello sci partiamo alla volta di Campiglio.

In fondo all’impianto per il Grosté ci accoglie Andrea Bosco delle Funivie di Campiglio con il quale affrontiamo questa immensa conca da dove è possibile connettersi a partire direttamente dall’omonimo paese.

Sul Grostè, dopo ampie sciate in questa comoda, suggestiva e tranquilla distesa bianca, conosciamo Gian Luca Zanetti animatore dell’Ursus Snow Park, una struttura che ha pochi eguali nelle Alpi per precisione, prestazioni e sicurezza.

Con il nuovo collegamento Pinzolo Campiglio raggiungiamo, dopo diverse piste, il Dos del Sabion dove incontriamo Roberto Serafini Presidente delle Funivie di Pinzolo.

Questa località si è specializzata nella dimensione famigliare aderendo per prima a Family in Trentino e predisponendo una serie di strutture di accoglienza specializzate in questo segmento del mercato.

Con Andrea Pedretti della società di Pinzolo proviamo la nuova seggiovia a sei posti di Fossadei in località Prà Rodont e chiudiamo la giornata occupandoci della pagina gastronomica dedicata ai rifugi che abbiamo incontrato in questa giornata indimenticabile.

Le ski area di Folgarida, Marilleva, Campiglio e Pinzolo rientrano in un’unica organizzazione e in un sistema di sinergie che definiscono il sistema Campiglio Dolomiti di Brenta.

BONDONE: la magnifica neve della montagna di Trento

Il forte legame fra il capoluogo trentino con il Bondone ha fatto di questa meta una capitale indiscussa dello sci alpino, luogo d’elezione di grandi campioni e punto di riferimento nazionale per questo sport imperdibile ed affascinante.

Fra le novità da richiamare in questo periodo, come ci ricorda Elda Verones, direttrice dell’Apt, la Nordic Ski Marathon che si svolgerà lungo gli anelli delle Viote nei giorni di sabato e domenica 23 e 24 febbraio.

Sabato si terrà la gara di sci nordico in tecnica classica e domenica in tecnica libera, entrambi supercorsi accattivanti per scoprire un ambiente incontaminato ai piedi delle Tre Cime del monte Bondone e con le Dolomiti di Brenta sullo sfondo.

Vi ricordiamo che per le iscrizioni il sito di riferimento è www.skimarathonmontebondone.it

Con i maestri della Scuola di sci Monte Bondone percorriamo le piste di questa ski area ad iniziare dalla mitica Rocce Rosse approfittando di una serie di utilissimi consigli per coloro che vogliono cimentarsi con lo sci e per coloro che vogliono migliorare il proprio stile e le proprie impostazioni.

Lorena Boniciolli, direttrice della scuola, ci illustra le caratteristiche dell’area e le diverse offerte della scuola sia sul versante dei corsi che delle lezioni.

Con Pietro Borgogno, dell’Associazione Cristallo, seguiamo i maestri nel loro quotidiano impegno con i bambini al fine di impostare lo sportivo fin dalla più tenera età nel rispetto delle tecniche e delle regole di questo sport.

Con Mattia Furlanelli visitiamo poi lo Snow  Park del Bondone, una struttura che si propone ad un pubblico sempre più vasto sia per il divertimento sia per la pratica sportiva.

Con Nicola Fruner, Direttore della Scuola Sci Fondo Viote, parliamo poi anche di escursioni con le racchette da neve e le speciali bike invernali nonché del successo della stagione in corso per quanto riguarda lo sci nordico.

Con Paolo Prada, degli operatori economici, parliamo infine dell’impegno di albergatori e ristoratori per il rilancio di questa montagna, mentre con Michela Defrancesco di Trento Funivie scopriamo le tecniche della battitura delle piste con il gatto delle nevi.