COLDIRETTI A EXPO: MANGIARE E’ UN ATTO AGRICOLO

COLDIRETTI A EXPO: MANGIARE E’ UN ATTO AGRICOLO

1149
CONDIVIDI

L’agricoltura di montagna come attività multifunzionale, presidio ambientale e grande scrigno di prodotti di qualità.

Ecco a voi il Trentino Alto Adige terra di montagna e di montanari.

L’iniziativa della Coldiretti del Trentino Alto Adige di partecipare per un’intera settimana all’EXPO di Milano è stata, come si suol dire, coronata dal successo del tutto esaurito.

12 espositori, 3 agriturismi e un ristorante aderente a Campagna Amica hanno vivacizzato una manifestazione che ha visto la partecipazione di gruppi musicali e folcloristici oltre ad una serie interessantissima di incontri di riflessione, ma anche momenti enogastronomici e di dialogo con i contadini.

Il presidente Gabriele Calliari e la responsabile dei mercati Barbara Battistello ci spiegano le finalità di una manifestazione che, oltre a presentare i tratti caratterizzanti dell’agricoltura di montagna, intende aprire una serie di sfide legate alla scuola, alle donne e ai giovani.

In modo particolare abbiamo seguito l’esperienza di un gruppo di allievi dell’Enaip di Tesero impegnati nel ristorante presso il Ruff di Coldiretti sotto la vigile guida dello Chef Massimiliano Melecci.

Qui è stato interessante approfondire le esperienze didattiche e culturali che hanno vissuto questi ragazzi a stretto contatto con i prodotti del territorio e quindi le ricette della tradizione.

Per questa puntata approdiamo all’Expo di Milano
Coldiretti ha creato un padiglione dedicato all’agricoltura. Nella settimana tra il 28 settembre e 4 ottobre i padiglione è stato animato dalle attività dei Coldiretti Trentino Alto Adige
Nello spazio Coldiretti ad expo trovavano spazio molti agricoltori che potevano raccontare i loro prodotti
Qui siamo con Lorenzo Benoni di Maso Naranch
Paolo Passerini , oltre che essere un’ attento vivaista, trasforma e produce succhi, confetture, mostarde e sciroppi a base di lippia, corniole, ribes nero, melissa, rabarbaro, mele cotogne, uva fragola e tante altre specialità.
Nicoletta Delladio alleva capre e pecore promuovendo una sinergia tra sviluppo agricolo e turistico. Commercializza prodotti di cosmetica derivanti dai prodotti ovo caprini
Coldiretti a Expo Milano 2015
Coldiretti a Expo Milano 2015
Coldiretti a Expo Milano 2015
Coldiretti a Expo Milano 2015

 

Ma Expo, secondo il presidente Calliari, ha messo in evidenza anche l’esistenza di due visioni, spesso conflittuali dell’agricoltura mondiale.

Da una parte le produzioni massificate, spesso legate agli interessi delle multinazionali, dall’altra le produzioni regionali e nazionali legate al lavoro dei piccoli contadini.

È qui che è necessario sviluppare un patto fra le moltitudini della società civile attente all’agricoltura e alla sicurezza alimentare (presenti massicciamente a Expo) e i piccoli produttori.

Per questo Expo è stata anche una grande occasione per rilanciare il tema della comunicazione in agricoltura.

Una comunicazione diretta, senza intermediazioni per sviluppare una coscienza civile legata al prodotto di prossimità e al rispetto del lavoro del contadino.

Coldiretti a Expo Milano 2015
Barbara Battistello è la responsabile del mercato di Campagna Amica per la Coldiretti Trentino Alto Adige
Coldiretti a Expo Milano 2015
Al secondo piano del padiglione, coldiretti ha attrezzato un vero e proprio punto degustazioni/ristorante, in collaborazione con l’istituto Enaip di Tesero
A dirigere le operazioni in questo caso troviamo Massimiliano Melecci della Vecchia Osteria di Cavalese
scambiamo due parole anche con Iuri Bortolotti, studente all’Enaip.
Questi spazio è un punto di riferimento: qui durante tutta la settimana si sono potuti assaggiare i prodotti trentini a filiera corta (direttamente dal produttore al consumatore) ed ascoltare il racconto dei produttori stessi
Qui siamo con Mauro Fiamozzi, direttore di Coldiretti Trento

 

Fra un brano dei Bastard Sons of Dioniso e un giro di valzer con le fisarmoniche la manifestazione è proseguita dunque fra diversi convegni che hanno avuto come tema il legame fra scuola e agricoltura, il rapporto fra bellezza e attività rurale e le nuove alleanze fra mondo contadino e turismo.

Da notare che Coldiretti è da anni impegnata nella battaglia contro il consumo di suolo in Italia, per il rilancio delle bellezze nazionali al fine di sviluppare una concreta sinergia con l’industria dell’accoglienza.

Significativo a riguardo il percorso di collaborazione avviato negli ultimi anni fra i giovani di Coldiretti e i colleghi dell’Associazione albergatori della provincia di Trento per il consumo, nelle nostre strutture ricettive, dei prodotti trentini.

Fra le potenzialità del mondo agricolo messe in evidenza a Expo anche il ruolo della donna e soprattutto i tratti distintivi dei prodotti di montagna ben rappresentanti nel tre stand di altrettante donne imprenditrici impegnate nel settore della cosmesi naturale.

coldiretti_expo_658_girovagando(20)
Coldiretti a Expo Milano 2015
coldiretti_expo_658_girovagando(21)
Coldiretti a Expo Milano 2015