Dialoghi con Andreas e Nicola Sicher del Pineta di Tavon

Dialoghi con Andreas e Nicola Sicher del Pineta di Tavon

Con Andreas e Nicola Sicher del Pineta di Tavon parliamo di innovazione, creatività e di come la professione di albergatore sta cambiando specie dopo l’emergenza Covid19.

4
CONDIVIDI

Una delle attività che Girovagando in Trentino ha pianificato e sta svolgendo quotidianamente sin dall’inizio dell’emergenza sanitaria è l’ascolto delle realtà economiche territoriali, delle strutture turistiche e delle partite iva.
Parliamo dei principali attori protagonisti del settore turistico, che normalmente abbiamo al nostro fianco durante le riprese di Girovagando e che invece oggi stanno cercando di reinventarsi per far fronte al profondo cambiamento imposto dalla situazione sanitaria contingente.
Tra queste c’è una struttura localizzata in Val di Non, che da sempre fa scuola sia per quanto riguarda la comunicazione aziendale sia nella proposta, molto orientata al benessere, alla naturalità ed alla semplicità dell’esperienza alpina.
Una struttura a gestione famigliare, con compiti e responsabilità ben ripartiti e che nel tempo si è resa protagonista del dibattito “social” distinguendosi per intraprendenza e innovazione.
Stiamo parlando del Pineta Nature Resort di Tavon – Predaia e ce lo raccontano Andreas e Nicola Sicher!

Il Pineta da sempre mantiene un dialogo costante con i propri clienti, è uno dei pochi hotel ad avere un blog e tra quei pochi che ce l’hanno è tra i pochissimi a tenerlo aggiornato. Come si sviluppa in questo periodo il rapporto con i vostri clienti, specie quelli storici. e su che canali?

In tutto questo periodo abbiamo fatto tutto ciò che ci è stato possibile per farci sentire vicini a tutti i nostri ospiti, a partire dalla nostra scelta di chiudere un po’ prima di tutto e tutti e seguendo con varie iniziative per tenere il nostro ospite attivo arrivando a queste dirette leggere per raccontare con chi collaboriamo.

Abbiamo avuto il piacere di assistere ad una delle tue dirette Instagram peraltro animata da ospiti illustri… Un escursus multimediale sul teroldego che ha coinvolto alcune tra le migliori cantine rotaliane. Da dove nasce quest’idea e cosa vi ha fatto propendere per l’utilizzo di Instagram?

L’idea nasce per il grande legame che unisce noi e i piccoli vignaioli della piana nel cercare di valorizzare il territorio. Valorizzare senza sfruttare. Negli anni ho conosciuto tutti e con tutti cerchiamo di collaborare. L’idea Instagram nasce perché questo è un canale molto veloce e davvero al passo del tempo attuale

Che rapporti tenete con le Cantine e quanto è importante coinvolgerle, non solo come fornitori ma quindi come veri e propri partner, nella vostra professione quotidiana?

Prima del lock down organizzavamo con cadenza quindicinale appuntamenti per i nostri ospiti sia del hotel che del ristorante con momenti formativi nella nostra taverna. Erano e saranno momenti unici per approfondire i veri valori che spingono un produttore o meno a fare determinate scelte. Vogliamo in questi momenti vendere emozioni, la qualità del prodotto fa poi tutto il resto

Alla base dell’iniziativa non solo il vino e le cantine ma anche una risposta tecnologica a quello che sarà il “fare turismo e accoglienza” post Covid… Come credi che cambierà la professione di albergatore a partire dal 18 maggio e come è già cambiata in questi due mesi?

Sicuramente dobbiamo vedere il tutto come una grande possibilità di rivoluzione digitale e non, è inutile piangersi addosso o sperare che siano gli altri a tirarci fuori da questa gravissima crisi.
Dobbiamo essere bravi appena sarà il momento di capire dove il mercato si orienterà, di anticipare i tempi e fare in modo che nulla cambi della nostra filosofia anche se effettivamente noi dovremmo cambiare. Per noi il prossimo futuro di vacanza si baserà sui semplicissimi valori: SICUREZZA e NATURA

Un pensiero conclusivo, per lanciare un messaggio anche ai vostri colleghi ed al settore turistico più in generale?

Usciamo da questi momenti sicuramente con delle certezze, nulla può essere preventivato e tutto può cambiare, il nostro credo in valori che abbiamo sempre cercato di comunicare penso che ci aiuterà molto nel prossimo futuro.

 

Potete incontrare Andreas e Nicola Sicher al Pineta Nature Resort di Tavon, in Val di Non.