DOLOMITI-PAGANELLA: SCIARE NEL CUORE DELLE DOLOMITI DI BRENTA

DOLOMITI-PAGANELLA: SCIARE NEL CUORE DELLE DOLOMITI DI BRENTA

1571
CONDIVIDI

L’avventura di questa settimana inizia sulle bianche distese innevate di Andalo in compagnia di Massimo Aimo, direttore del nuovo Centro Sleddog.

Abbandonarsi sulla slitta trainata da questi cani è un’emozione che ci permettiamo di consigliarvi, sapendo naturalmente che il freddo pungente di questo periodo vi accompagnerà per tutta l’escursione.

Massimo è un simpatico uomo di montagna che da oltre trent’anni alleva questi cani. Stiamo parlando delle razze Siberian Husky e Alaskan Husky, cani con un simpaticissimo carattere e ben addestrati al freddo e alla fatica.

[Modello "responsive" non trovato]

Per prendere contatti con questo Centro, che è una vera e propria scuola di formazione, vi consigliamo il sito www.windshot.it dove troverete informazioni sulle varie proposte per addentrarvi nella natura accompagnati da questi formidabili amici dell’uomo.

Gianmaria Marocchi, direttore dell’Apt Dolomiti Paganella, ci descrive le particolarità di questo territorio che gravita attorno al settore orientale delle Dolomiti di Brenta, gruppo che si colloca nel cuore del Parco Naturale Adamello Brenta. E’ caratterizzato dalle possenti articolazioni rocciose e forme slanciate che ne fanno delle vere e proprie cattedrali naturali.

Questo palcoscenico di torri e guglie unico al mondo è un ambiente ideale per fare trekking d’alta quota o per arrampicare su pareti imponenti. Tra le cime più famose ricordiamo il Croz dell’Altissimo (2,339 mt), il Campanil Basso (2,883 mt) o la Cima Tosa (3,173 mt). Emozionanti e suggestive sono inoltre le vie ferrate come la spettacolare “Via delle Bocchette”.

La Paganella è accessibile anche d’estate con veloci impianti di risalita. Questa montagna, ad est incombe su Trento e sulla Valle dell’Adige con una maestosa parete verticale di oltre 1.000 metri e consente un’impareggiabile vista a 360° del Trentino e delle Dolomiti.

Paganella Le località più famose dell’Altopiano sono Andalo, Molveno, Fai della Paganella, Cavedago e Spormaggiore.

Ruggero Ghezzi direttore di Paganella Ski ci presenta questa area sciistica: le piste si sviluppano sul versante nord-ovest della Paganella, partendo dai 2.125 metri della sua vetta, per tuffarsi nei verdissimi boschi di abete.

Percorsi ampi e sinuosi, caratterizzati da un costante innevamento e preparati con la massima cura e sicurezza, fino a raggiungere i centri di Andalo, verso ovest, e di Fai della Paganella, verso nord.

A pranzo facciamo tappa presso il rifugio la Roda dove l’amico Luigi Giovannini ci presenta le ultime novità gastronomiche: piatti unici per tutti i gusti deliziati da vini selezionati che lo stesso “Gigi” ha cura di affinare in una cantina suggestiva quanto fornitissima.

Concludiamo la giornata presso il Paganella Fun Park di Fai: un luogo magico per la famiglia e soprattutto per i piccoli ospiti.

testo di Walter Nicoletti
© Copyright 2001-2012 – E’ vietata la riproduzione di testi e foto
salvo esplicita autorizzazione – Tutti i diritti riservati / All rights reserved