FERRATA DEL COLODRI

FERRATA DEL COLODRI

1455
CONDIVIDI

Siamo nella zona di Arco, universalmente riconosciuta come una delle zone dove si concentrano le più grandi ed impegnative pareti di roccia al mondo.

Va detto però che la ferrata del Colodri non si annovera tra le ascese più complicate, anzi è un percorso che, ovviamente svolto in condizioni di sicurezza e con tutta l’attrezzatura adeguata, è percorribile dai principianti o da ragazzi che per le prime volte approcciano al mondo dell’arrampicata.

in_parete_575_girovagando

Per giungere all’attacco della via ferrata si percorre per circa 10 minuti il segnavia SAT 431b che da Prabi, a 100 mt sul livello del mare, sale verso la parete.

Prima della partenza, ci aspetta il controllo di tutta la nostra attrezzatura, sono infatti obbligatori imbrago con doppio moschettone (con sicura!) e caschetto. E’ comunque sempre importante assicurarsi di utilizzare materiale omologato.

vista_operatore_575_girovagando

La via ferrata è attrezzata con cordino al quale legare rigorosamente entrambi i moschettoni di sicurezza. La salita non è troppo impegnativa, e con la dovuta cautela si riesce anche a godersi il panorama a strapiombo sulla conca di Arco.

Dopo alcuni primi tratti a zig zag che salgono sulla roccia, si percorre un lungo traverso verso sinistra. Qui si incontrano, quando ci troviamo ormai oltre la metà della via, alcuni passaggi attrezzati con pioli e scale.

La ferrata sale per un totale di circa 200 mt di dislivello ed è percorribile in circa un’ora.

in_vetta_575_girovagando

In cima il paesaggio è emozionante: dopo aver percorso tutta la via dal lato Est della montagna, si apre la vista verso Sud, sul Lago di Garda, la conca di Arco, Riva, Torbole e, se la giornata è limpida, si vede anche la sponda Sud del lago.

Dall’arrivo, un comodo sentiero ci porta in 15 minuti alla croce del Monte Colodri.

La discesa, attraverso il sentiero tra oliveti che ci porta in località Laghel, è molto spettacolare, e dall’alto, passando sotto il Castello, ci conduce nel centro storico di Arco.