FONTANINO DI CELENTINO

FONTANINO DI CELENTINO

1985
CONDIVIDI

Questa settimana proponiamo una facile escursione con partenza ed arrivo dal parcheggio presso il Fontanino di Celentino. Lasciata la macchina si prosegue con le pelli lungo il sentiero che, lasciato alle spalle il Fontanino, conduce alla diga di Pian Palù in destra orografica.

Giunti alla Malga di Celentino si prosegue seguendo le indicazioni per Val Pudria e salendo lungo uno splendido e rado lariceto che costeggia un ampio vallone. Risaliti fin quasi in cima al vallone si prosegue iniziando un lungo traverso che conduce fino all’imbocco di Val Pudria..

 

Da qui si prosegue puntando all’evidente sella che domina la Valle e, scelto l’itinerario più sicuro, la si raggiunge.
Ammirato lo splendido panorama si può scegliere se scendere subito o risalire ancora un po’ lungo le facili creste per poi godere di una stupenda discesa dove generalmente sono presenti ottime condizioni di neve.

Difficoltà: Medio
Sviluppo: Circa 8,5 Km tra salita e discesa
Dislivello salita: m. 800
Dislivello discesa: m. 800
Durata: Circa 4 ore e 30
Punto più basso: Fontanino di Celentino m. 1670
Punto più alto: Sella di Valle Alta m. 2470
Condizione fisica: Discreta
Esperienza: E’ necessaria una buona esperienza ed una buona capacità di lettura delle condizioni della neve
Periodo migliore: Buon innevamento generalmente in tutto il periodo invernale. Le condizioni migliori si hanno da gennaio a febbraio. Esposizione a sud nella parte alta.
Punti di Partenza: Fontanino di Celentino
Arrivo: Fontanino di Celentino
Lungo il percorso:
– Diga di Pian Palù
– Malga di Celentino
– Baito Val Pudria
– Valle Alta
– Creste di Valle Alta

Le indicazioni qui fornite vanno sempre integrate con le opportune valutazioni circa il livello di rischio distacco valanghivo segnalato dagli istituti competenti. La traccia GPS è puramente indicativa. Il percorso va verificato con le condizioni della neve e l’esposizione dei pendii.

 

Alessio Migazzi

escursioni@girovagandointrentino.it

© Copyright 2001-2014 – E’ vietata la riproduzione di testi o foto salvo esplicita autorizzazione – Tutti i diritti riservati / All rights reserved

CONDIVIDI
Articolo precedenteCampobase Paganella 2014. I freddi inverni degli alpinisti trentini.
Articolo successivoTORTA DI PANE E CACAO
Dello staff escursioni fanno parte Francesca Tomaselli, maestra di sci, maestra di telemark, già campionessa Italiana di telemark e corsa d'orientamento; Giuliano Pederiva maestro di sci, istruttore nazionale di telemark, accompagnatore di territorio, soccorritore alpino e fondatore di telemark Snow Events. Coordina lo staff Alessio Migazzi, imprenditore nei settori marketing e comunicazione e soccorritore alpino.