FORCELLA DI MARMOLADA

FORCELLA DI MARMOLADA

3198
CONDIVIDI

Passo Fedaia – Forcella di Marmolada – Val Rosalia – Val Contrin – Alba di Canazei
L’escursione di questa settimana richiede un ottimo livello tecnico ed altrettanta capacità di movimento su terreno impervio.
Quella che vi presentiamo infatti è un’escursione che alterna lo sci escursionismo ad un breve tratto di ferrata per raggiungere il quale è necessario salire lungo uno stretto canalino incassato nella roccia. Non è quindi tra i più semplici ma per i temerari può diventare un’escursione veramente entusiasmante e profondamente soddisfacente dal punto di vista alpinistico.

Una volta lasciata la prima macchina al parcheggio della stazione a valle della Funivia del Ciampac ad Alba di Canazei, si prosegue con una seconda fino al Passo Fedaia. Da qui si sale con la caratteristica “Bidonvia” fino al Rifugio Pian dei Fiacconi m.2625. Si prosegue quindi con un traverso, prima in piano poi in leggera discesa, in direzione ovest puntando ad un evidente spallone che si mostra imponente ed aggirandolo dal basso si risale lungo la valle che divide il massiccio del Gran Vernel dal ghiacciaio della Marmolada con Punta Penia.

[Modello "responsive" non trovato]

 

Proseguendo verso la Forcella che ci si presenta ben definita in cima al vallone, è necessario prestare attenzione all’esposizione ed alla pendenza dei versanti circostanti anche se non sarà difficile individuare una linea sicura sul fondo della valle che conduce all’imbocco del canalino. Tolti gli sci ed indossato l’imbraco si risale con piccozza e ramponi lo stretto canalino fino alla sommità dalla quale è possibile assicurarsi e scendere per quei pochi metri necessari ad agganciare la ferrata sottostante.

Dopo un breve tratto che alterna cordini in acciaio e scalette resinate si arriva in un ampio canalone dal quale inizia una lunga discesa esposta a sud nel mezzo di Val Rosalia.
Arrivati al Rifugio Contrin m.2016 si rientra lungo la stradina che, dopo una discesa ed un tratto pianeggiante su fondovalle, porta alle piste da sci di Alba di Canazei. All’approssimarsi dell’arrivo è possibile individuare, lungo la strada di rientro, un passaggio che conduce alle piste da sci per poter scendere fino al parcheggio della Funivia in maniera agevole.

Difficoltà: Difficile e tecnicamente impegnativo
Sviluppo: Circa 10 Km tra salita e discesa
Dislivello salita: m. 285
Dislivello discesa: m. 1.440
Durata: Circa 6 ore
Punto più basso: Alba di Canazei m.1470
Punto più alto: Forcella di Marmolada m.2910
Condizione fisica: Più che Buona
Esperienza:E’ necessaria una buona esperienza ed una buona capacità di lettura delle condizioni della neve. E’ indispensabile avere ottime capacità di movimentazione su terreno impervio, buona confidenza con l’attrezzatura da ferrata e le calate in corda doppia.
Paesaggio: Mozzafiato
Attrezzatura necessaria: Oltre all’attrezzatura standard da scialpinismo (artva, pala e sonda) è necessario un’imbrago, uno spezzone di corda di almeno 30 metri, un discensore, un set da ferrata, piccozza leggera e ramponi.
Periodo migliore: Buon innevamento generalmente in tutto il periodo invernale. Le condizioni migliori si hanno da fine febbraio a marzo.
Punti di Partenza: Passo Fedaia (una macchina va però lasciata al Parcheggio della Funivia del Ciampac ad Alba di Canazei per permettere, al rientro, il recupero del mezzo)
Arrivo: Alba di Canazei – Piazzale Funivia del Ciampac
Lungo il percorso:
– Passo e Bacino del Fedaia
– Rifugio Pian dei Fiacconi
– Forcella di Marmolada
– Val Rosalia Rifugio Contrin m.2016 e Val Contrin
– Alba di Canazei


Forcella di Marmolada su EveryTrail| Guarda su Google Earth | Scarica la traccia GPS
CONDIVIDI
Articolo precedenteLe api nel meleto: sentinelle di territorio e prezioso aiuto nei campi.
Articolo successivoCENA IN BAITA ALLO CHALET CIMONE
Dello staff escursioni fanno parte Francesca Tomaselli, maestra di sci, maestra di telemark, già campionessa Italiana di telemark e corsa d'orientamento; Giuliano Pederiva maestro di sci, istruttore nazionale di telemark, accompagnatore di territorio, soccorritore alpino e fondatore di telemark Snow Events. Coordina lo staff Alessio Migazzi, imprenditore nei settori marketing e comunicazione e soccorritore alpino.