GIROVAGANDO E LA VACANZA GREEN

GIROVAGANDO E LA VACANZA GREEN

1751
CONDIVIDI

Siamo tornati.

Lo staff di Girovagando è pronto per raccontare il Trentino e uno stile di vacanza all’insegna dell’esperienza, dell’autenticità e dello sport di montagna.

Vacanza attiva nel verso spirito “montanaro”, ovvero a contatto con persone e prodotti veri.

Per questa prima puntata abbiamo scelto uno stile che si sta affermando nelle regioni alpine: raggiungere la vetta delle montagne direttamente dalla città.

Per questo siamo saliti verso il monte Celva, a pochi passi da Trento verso il settore della Marzola.

Dal passo percorriamo alcuni metri e ci troviamo subito nella falesia del Celva che prende il nome da questa caratteristica montagnola sopra all’abitato di Povo.

Ci accompagna la guida alpina Roberto Conti con il quale saliamo una breve itinerario di media difficoltà. Da notare che questa palestra presenta generalmente difficoltà alquanto elevate oltre ad avere il pregio di poter essere frequentate durante l’intero anno grazie alla sua perfetta esposizione al sole.

La nostra puntata si apre sulla falesie del Monte Celva, nella zona collinare di Trento. Siamo con gli amici del portale ambientetrentino.it
Siamo pochi metri sopra il Passo del Cimirlo
Siamo con la Guida Alpina Roberto Conti
Questo percorso è piuttosto semplice ma la falesia del Monte Celva presenta difficoltà di tutti i livelli
L'esperienza dell'arrampicata sul Monte Celva è una delle tante proposte che si possono trovare sul portale di Ambiente Trentino
In questo caso ad esempio, la proposta raccoglie una mattinata in falesia ed a seguire un'esperienza naturalistica sul monte Celva
Roberto Conti è la nostra guida alpina in falesia, le esperienze di ambientetrentino.it sono sempre seguite da personale qualificato

Ai piedi di questa caratteristica falesia, luogo di incontro alpinistico che ha pochi eguali per la città, incontriamo gli amici Stefano Albergoni e Massimiliano Pilati, animatori del progetto Ambiente trentino.

Si tratta di un portale (www.ambientetrentino.it) che intende rilanciare la vacanza green e tutto quanto riguarda il contatto con l’esperienza: dalla ruralità allo sport per passare dai prodotti del territorio alla cultura.

Iniziamo quindi la nostra escursione al Monte Celva. Siamo con MAssimiliano e Stefano, le due anime di ambientetrentino.it e con il naturalista Danio Miserocchi
Il PAsso del Cimirlo visto salendo sulla sommità del Monte Celva
La nostra camminata prosegue. L'ascesa è di circa 40 minuti, non troppo impegnativa
Arriviamo in vetta al Monte Celva, non dopo esserci fermati lungo il tragitto per ascoltare gli insegnamenti del naturalista
Massimiliano Pilati ci spiega come funziona il portale Ambiente Trentino
Danio, esperto naturalista dell'Associazione Sky Islands
Stefano Albergoni, uno degli ideatore di Ambiente Trentino
Trento dalla sommità del Monte Celva
Una parte dell''alta Valsugana

Con Stefano e Massimiliano ripercorriamo anche i passaggi più significativi che hanno caratterizzato l’evoluzione del turismo passando dal cosiddetto “marketing delle prestazioni” al “marketing delle emozioni”.

Oggi il futuro del nostro sistema ricettivo è nella dimensione green, in tutto ciò che significa esperienza in montagna e Girovagando sarà il “megafono”, la porta di accesso verso un vacanza che significa sempre di più esperienza ambientale e umana.

Dopo una immersione nella dimensione naturalistica e storica del monte Celva assieme all’esperto Danio Miserocchi raggiungiamo Romagnano,  piccolo borgo frutticolo alle porte di Trento.

Qui conosciamo Alessandro Nicolli e Sabrina Clementi, una coppia affiatata che da diversi anni anima l’agriturismo La Locanda dell’Arguta.

Siamo ospiti all'Agritur Locanda de l'Arguta a Romagnano
Questa azienda agrituristica è specializzata nella produzione di frutta oltre che oviamente nell'accoglienza turistica a Romagnano.
Il frutto più particolare, indubbiamente, sono i Kiwi Arguta, un tipo di Kiwi piccolo piccolo ma di ineguagliabile valore nutrizionale
Ne ricavano anche una gustosa marmellata
Sabrina Clementi con il marito Alessandro Nicolli è la titolare dell'Agritur
i Kiwi Arguta vengono raccolti un po' duri ma devono poi diventare morbidi prima di essere mangiati
Una delle stanze dell'Agritur Locanda de l'Arguta
Ed eccoli i piccoli frutti mentre vengono raccolti
Gli arbusti di Arguta nelle campagne di Romagnano
Alessandro Nicolli, anima della Locanda de l'Arguta

Il locale, interamente realizzato in legno, propone alcune camere e le prime colazioni con un forte legame con i  prodotti aziendali fra i quali spicca l’Arguta, un piccolo frutto della famiglia del kiwi.

L’Arguta, ricca di vitamine e proprietà salutistiche, viene raccolta ancora verde e matura in appositi locali per essere poi consumate fresca e trasformata in gustosissime confetture.

Accanto all’Arguta, l’azienda propone altri prodotti quali le mele, le albicocche, ciliegie ed altre prelibatezze di alta qualità.

Gli amici di Coldiretti ci presentano infine una serie di iniziative a favore delle popolazioni colpite dal terremoto

Concludiamo con l’appello di Coldiretti in favore delle aziende agricole colpite dal recente terremoto nel centro Italia.