GIUDICARIE: C’È PIÙ GUSTO CON I MERCATINI ALPINI

GIUDICARIE: C’È PIÙ GUSTO CON I MERCATINI ALPINI

Un’atmosfera particolare ad iniziare dai miti delle streghe delle vallate alpine per giungere agli show cooking dedicati all’alta cucina e ai prodotti a chilometro zero. Tutto è pronto per i mercatini di Natale alpini delle Giudicarie.

1985
CONDIVIDI

Un’atmosfera particolare ad iniziare dai miti delle streghe delle vallate alpine per giungere agli show cooking dedicati all’alta cucina e ai prodotti a chilometro zero.

Ecco gli ingredienti dell’intesa fra le organizzazioni del turismo delle Giudicarie centrali e della valle del Chiese per fare del Natale un significativo momento dedicato alla riscoperta della comunità e a forme di accoglienza legate alla tradizione e alla qualità.

Tutto è pronto per i mercatini di Natale alpini delle Giudicarie.

Come noto l’evento si snoda fra la caratteristica “busa” di Tione e la valle del Chiese nel caratteristico borgo di Quartinago e prevede una doppia declinazione dedicata alla gastronomia a chilometro zero oltre naturalmente alle tradizioni delle festività natalizie e alle magiche apparizioni di Streghe ed Elfi.

Iniziamo la puntata presentandovi i mercatini alpini di Tione e Cimego
Mario Failoni ci racconta il Natale di Tione
Daniele Bertolini Presidente Consorzio Turistico Giudicarie centrali
I mercatini di Tione quest'anno troveranno spazio nel rinnovato parco cittadino dal 3 dicembre

Mario Failoni, assessore alle attività economiche di Tione, e Daniele Bertolini, Presidente Consorzio Turistico Giudicarie centrali, presentano la nuova edizione dei caratteristici mercatini che verranno collocati in nuova location nel centro della borgata.

Questi mercatini si caratterizzano per l’impronta gastronomica tanto che chef stellati diventeranno gli attori protagonisti di numerosi show cooking dedicati alle produzioni territoriali.

La passione per l’alta cucina ci porta in un istituto del tutto particolare. Sempre a Tione da molti anni è attivo il Centro di Formazione Professionale Enaip che organizza un corso per chef di alto livello. La professoressa Laura Fratton, Coordinatrice Alta formazione Enaip Tione, ci parla di questa grande fucina di cuochi che stanno facendo grande il nome del Trentino nel mondo.

La secondo esperienza che vediamo è il percorso di Alta Formazione attivato da Enaip di Tione
Una scuola di altissimo profilo dove i giovani imparano il lavoro di chef affiancati da grandi nomi della cucina internazionale
il docente di oggi è Giuliano Baldessari, chef stellato protagonista anche della trasmissione tv Top Chef
Un simpatico scambio di ruoli durante le riprese
Le strutture dell'Enaip di Tione sono particolarmente efficenti e all'avanguardia. Questa è la sala/laboratorio ad anfiteatro
i piatti di oggi: Una pasta di fagioli "ironica". Si tratta infatti di pasta fatta con farina di fagioli, con cozze fresche
Un piatto denominato Giappone:veli di seppia con patate e noci del bleggio, con salsa soja
Uno strudel rivisitato con gelato cremoso, limone e lime e spaghetti di mele
Laura Fratton ci racconta le eccellenze racchiuse in questa scuola dal respiro internazionale
I ragazzi hanno avuto anche modo di raccontare la loro esperienza: molti di loro hanno già sostenuto periodi di stage all'ester nei più grandi ristoranti di MIlano, Londra e Parigi

Passiamo poi nella valle del Chiese e raggiungiamo l’abitato di Cimego. Qui ci aspetta Alessandra Zulberti, promotrice del Mercatino di Natale che ogni anno si svolte in uno fra i più bei borghi d’Italia, Quartinago.

Andiamo poi a Cimego, nel borgo storico di Quartinago
Questa è la casa contadina/ museo Marescalchi
Alessandra Zulberti ci presenta il Natale a Cimego e dintorni
Le streghe animano il mercatino di Quartinago

Questo storico mercatino è ospitato nei volti, nelle stradine e nelle cantine del Borgo Antico di Quartinago e avrà come aspetto emozionale le affascinanti streghe da sempre patrimonio dello storico abitato caratterizzato da casa Marascalchi e dal palazzo della Contessa Rosa Antonini.

Ci tarsferiamo poi in una piccolo borgo dal curioso nome, Strada
Ogni anno il 23 dicembre si celebra il Natale in Strada, un'occasione per riunire la comunità nelle vie del paese
Ci racconta tuttoMarirene Filosi Presidente Circolo Culturale di Strada
Le manifestazione prevedono anche una visita guidata alla chiesa di Strada, che per l'occasione viene aperta a tutti

Il nostro viaggio si completa a Brione dove Michele Faccini ci presenta il più grande presepe vivente del Trentino e nella piccola frazione Strada di Pieve di Bono, dove ogni 23 dicembre si svolge una antivigilia natalizia ricca si prodotti e soprattutto di sentimento comunitario.

Vediamo infine anche la Pieve di Condino
Si tratta di una grande Chiesa dedicata a S.Maria Assunta
Infine, alcune immagini del presepe vivente di Brione, dove tutto il paese si trasforma in presepe

In chiusura abbiamo tempo per una capatina presso la Pieve di Condino dove Mariachiara Rizzonelli ci illustra la storia di un luogo di culto ricco di beni artistici e culturali.