GIUDICARIE: UN NATALE “TERRITORIALE”

GIUDICARIE: UN NATALE “TERRITORIALE”

1444
CONDIVIDI

L’itinerario proposto questa settimana inizia nel piccolo borgo di Quartinago, alle porte di Cimego in valle del Chiese e si conclude a Tione, capoluogo dell’omonima “Busa” posizionata proprio al centro delle Giudicarie.

Adagiato a mezza costa sulle pendici solari del Monte Melino, il borgo medioevale di Quartinago conserva antiche case di pietra, viuzze anguste, piazzette e soffitte dove ancora si essiccano i cereali.

La nostra puntata si apre a Cimego, nel piccolo Borgo di Quartinago, in Valle del Chiese
Qui prende vita un pittoresco mercatino di Natale nelle vie dello storico borgo
Andiamo a visitare anche Casa Marascalchi, una casa museo che racconta il mondo contadino
Si tratta di un’antica casa contadina mantenuta come era una volta
Anche qui trova spazio il mercatino di Natale
Massimo Valenti, Presidente del Consorzio Valle del Chiese
Abbiamo occasione di incontrare anche i figuranti del presepe vivente di Brione. Si tratta di uno spettacolo in programma il 27 dicembre: un presepe che impegna tutti gli abitanti del comune di Brione!
Alessandra Zulberti, assessora del comune di Cimego, ci racconta le caratteristiche del mercatino e ci narra la storia delle streghe di Cimego
Questo luogo è infatti celebre per la tradizione delle streghe, donne che in tempi medioevali venivano portate al rogo per supposte colpe eretiche, mentre in realtà erano spesso donne che provavano ad emergere da una società fortemente maschilista
Uno scorcio del borgo medioevale di Quartinago
Le streghe rivivono oggi come personaggi pittoreschi del mercatino di Natale
Alcuni stand del mercatino
Facciamo poi tappa da Damiano Oliana che ci presenta la manifestazione “C’è più gusto”: una serie di ristoratori propongono in Valle del Chiese e Val Giudicarie un menu con un piatto degustazione dedicato ai mercatini di Natale con prodotti del territorio a 15 euro.

In questa suggestiva cornice d’altri tempi, dal 29 novembre al 27 dicembre, durante i fine settimana si tiene il Mercatino di Natale, uno tra i più apprezzati del Trentino.

Palcoscenico dell’evento, giunto alla quinta edizione, sono le cantine, gli androni, i cortili, i sottoportici e gli angoli più caratteristici. Cimego conta ben 420 abitanti, la frazione di Quartinago solo 25; durante il periodo dell’Avvento il borgo si trasforma, si anima di curiosi, provenienti dalle valli limitrofe, ma anche dalla vicina provincia di Brescia, dal Veneto e in generale dal nord Italia.

Fra prodotti di alta qualità provenienti dalla campagne e dai laboratori agroalimentari del Chiese nonché  dalle botteghe artigiane del territorio, è possibile visitare alcune eccezionali testimonianze della cultura popolare. Una fra queste è sicuramente Casa Marascalchi, un edificio che ha conservato negli anni tutta la sua integrità che equivale ad un imperdibile viaggio nella storia contadina di un tempo.

A Tione, nella centralissima piazza Battisti, visitiamo poi un Mercatino che si caratterizza per l’impegno sul fronte della gastronomia. Diversi chef stellati propongono una serie di piatti a tema in una particolare location rappresentata da un igloo riscaldato e dotato di cucina e sala di degustazione. Le Giudicarie vantano una serie di aziende agricole e una tradizione contadina che si accompagna da una tradizione gastronomica rappresentata anche dalla presenza della scuola alberghiera Enaip e dai corsi di alta cucina che si tengono  costantemente in questa cornice.

Ci spostiamo infine a Tione, dove per il primo anno troviamo i Mercatini di Natale in Piazza
In occasione dell’apertura dei mercatini, la pasticceria Rubinelli ha preparato una torta grande 3,6 mt x 1,6 mt fatta con i prodotti del territorio.
Si tratta della torta Tione, una rivisitazione della torta di carote preparata con noci gocce cioccolato uvetta e nocciole
La famiglia Rubinelli nella loro storica pasticceria in paese
Tra gli spettacoli previsti, anche i corni delle Alpi
Daniele Bertolini, presidente della Pro Loco Giudicarie
A Tione non abbiamo trovato solo i mercatini. Una struttura ad igloo ospita infatti anche una serie di show cooking di chef stellati. IN queste immagini vediamo all’opera Alfio Ghezzi, Chef di Locanda Margon a Trento
Manuel Ferrari, chef e pasticcere di Villa Serbelloni, ristorante stellato Michelin sul Lago di Como, ha preparato un dolce con i prodotti del territorio
Il piatto preparato dallo Chef Ferrari, eletto lo scorso anno migliore Chef dell’anno.
Chiudiamo la giornata sulle piste di Bolbeno, una pista semplice, illuminata e ben innevata, con Roberto Marchetti, maestro di sci e Presidente della Pro Loco di Bolbeno.

Fra le leccornie presentate nei giorni del Mercatino di Tione c’è stata la polenta delle streghe, da un’idea del giornalista Diego Decarli e la torta più grande del mondo.

Accanto alla rassegna “C’è più gusto” dove i ristoratori del territorio propongono mene a tema con un occhio di particolare attenzione per le famiglie, le Giudicarie si dimostrano sempre attente al tema della qualità con eventi collaterali di grande rilievo.

Fra tutti ricordiamo il Presepe vivente di Brione, un piccolo borgo sulla montagna di Cimego, che presenta una serie di comparse e figuranti che messi assieme sono più numerosi degli abitanti e residenti in questo piccolissimo comune.

Concludiamo questa simpatica giornata sulle nevi della piccola pista di Bolbeno. In assoluto la pista più bassa del Trentino, la quota è poco inferiore ai 600 metri, ma un centro oltremodo visitato ed utilizzato specie come scuola di sci. Il segreto di tutto questo: il volontariato e la passione per la propria comunità di amministratori particolarmente illuminati.