A FULVIO VIESI – IL PREMIO CIVILTÀ CONTADINA

A FULVIO VIESI – IL PREMIO CIVILTÀ CONTADINA

1129
CONDIVIDI

Torna anche quest’anno la Festa della Castagna proposta dell’Associazione Tutela Marroni di Castione ed in programma nel weekend del 18-19-20 ottobre.

Un concorso di abbinamento tra castagne e vino, un contest di vignette con artisti di tutta Italia, e tre giorni di festa per le vie del paese sono un’ottima vetrina per i Marroni di Castione e per i prodotti del territorio in genere, ma non bastano a descrivere quanto importante sia il lavoro dell’associazione e della sua anima Fulvio Viesi.

Essere castanicoltori significa prima di tutto essere custodi attenti del proprio territorio.

La castanicoltura è arte antica che richiede lavoro durante tutto l’anno per quanto riguarda la pulizia e l’ordine delle zone coltivate. Non si tratta solo di un ordine “fisico”, legato ad esempio allo sfalcio dei prati.

Il castagneto è infatti ambiente che necessita di aria salubre e terreno libero da agenti inquinanti.

Ecco perché essere castanicoltori non significa solo occuparsi del castagneto, ma vuol dire anche impegnarsi per la diffusione di una cultura del rispetto dell’ambiente e che proponga un nuovo equilibrio tra esseri umani e natura.

“L’agricoltore eroico si vede nelle situazioni difficili” è il titolo dell’editoriale del periodico dell’associazione. Aggiungiamo noi, che il castanicoltore è uno dei primi coltivatori ad accorgersi delle problematiche derivanti dai mutamenti climatici. Per avere un buon raccolto di castagne non v’è rimedio artificiale: il castagneto non garantisce la sua produzione se “spinto” da additivi non naturali.

La castagna segue il suo ritmo e tempo biologico ed è per questo che il lavoro dei castanicoltori sta innanzitutto nel diffondere buone pratiche che rendano più vivibile il nostro pianeta. Da qui, l’importanza dell’”agricoltore eroico”, che anche negli anni di scarsa raccolta, continua comunque a lavorare il castagneto ed a diffondere un’idea di sviluppo sostenibile.

L’Associazione Tutela Marroni di Castione, proprio per questo impegno a favore della “castagna e della sua civiltà”, riceverà a Milano il prossimo 17 novembre il Premio Golosario 2014 alla Civiltà Contadina, un riconoscimento che rende merito al lavoro che Fulvio svolge quotidianamente, nel castagneto, ma soprattutto nelle menti e nella cultura di una terra, il Trentino, che deve compiere ancora alcuni passi in avanti verso il coltivare pulito.