IL RIFUGIO FRIEDRICH AUGUST AL COL RODELLA

IL RIFUGIO FRIEDRICH AUGUST AL COL RODELLA

4039
CONDIVIDI

Alla base delle pareti di Punta Grohman e Cinque dita il rifugio è aperto come minimo dal 20 giugno al 30 settembre e in inverno in coincidenza con l´apertura degli impianti.

L’esperienza di Guenther Prinoth e della moglie Isabella, i gestori del locale, ci riporta nel mondo della ruralità fassana.

Ci trasferiamo poi in cima al Col Rodela, salendo con la funivia da Campitello di Fassa. Si apre un maestoso panorama che spazia sulla Marmolada ed il Gran Vernel
Dal Col Rodela, il gruppo del Sella diviso in due dalla Val Lasties
Siamo proprio sotto il gruppo del Sassolungo. Da destra a sinistra: Sassolungo, Cinque Dita, punta Grohmann, Torre Innerkofler, Dente, Sassopiatto
Viviamo un’esperienza davvero significativa al rifugio Friedrich August, poco distante dalle piste
Un aperitivo con Trento DOC con una vista fantastica sulle Dolomiti
La riproduzione gigante di un highlander scozzese accoglie i visitatori in questo fantastico luogo
Tony Salinas, il nostro operatore, all’esterno del rifugio
Il gestore del rifugio, Gunther Prinoth è anche un allevatore di diverse specie. Per adattarsi alle condizioni climatiche (il rifugio si trova a 2300 mt) ha scelto di allevare Yak, highlander scozzesi e lama

Qui vengono allevate alcune razze di bovini di montagna quali l’highlander e lo yak che passano la maggior parte del loro tempo all’aperto sui pascoli d’alta montagna. Il risultato è una cucina molto legata all’ambiente e ai sapori alpini e nello stesso tempo molto influenzata dall’area tedesca.

Ci avviamo a tavola. L’antipasto è un misto di formaggi di malga con marmellate e mostarde
Altro antipasto con tartare di highlander
Cajoncie da fighes: la specialità ladina è una sorta di tortellone di pasta fresca ripieno di fichi secchi
Tagliata di Highlander
Il dolce è una specialità: Kaiserschmarren con marmellata di mirtilli e frutti di bosco.
L’ambiente all’interno è molto accogliente anche per le famiglie
Walter con Gunther Prinoth e la moglie Isabella

Il tutto si concilia con un ambiente tipicamente fassano, molto generoso quanto ad architetture lignee e al calore dell’ospitalità.

Accessi: funivia da Campitello di Fassa al Col Rodella, poi sentiero n. 4 in 30′. Da Passo Sella con i sentieri n. 557 e 4 (40′);

ESTATE: dal rifugio è possibile intraprendere i classici itinerari escursionistici attorno al Sassolungo, fino al rifugio Vicenza passando dalla Forcella del Sassolungo (sentiero n. 525), quindi al rifugio Comici. Al rifugio del Sassopiatto (sentiero n. 594-4, 2 ore). In Val Duròn, al rifugio Micheluzzi (sentieri 557-4-533, 3,30 ore) e naturalmente gli itinerari nel vicino Gruppo di Sella. Giro del Sassopiatto: al rifugio Sassopiatto poi ai rifugi Zallinger e Vicenza (sentiero n. 527);

INVERNO: raggiungibile percorrendo la pista da sci del Col Rodella (sul quale si giunge in funivia da Campitello di Fassa), oppure servendosi degli impianti di risalita di Passo Sella.

Moltissime le escursioni da intraprendere nell’area, cuore delle Dolomiti, al cospetto di panorami unici. Fra queste, l’itinerario per il sentiero Friedrich August, tracciato alla base del gruppo del Sassolungo, fino al Rifugio Pertini e quindi al Giogo di Fassa, porta sull’altopiano dello Sciliar e via di salita al Sassopiatto.

Info e prenotazioni:

http://www.rifugiofriedrichaugust.com

RIFUGIO FRIEDRICH AUGUST

GABIA 38031

CAMPITELLO DI FASSA

CIAMPEDEL IT

Tel.: +39 0462 764919