IN PAGANELLA IL RIFUGIO LA RODA

IN PAGANELLA IL RIFUGIO LA RODA

456
CONDIVIDI

Dal Rifugio La Roda, in cima alla Paganella a quota 2150 metri, si gode una vista che toglie il fiato. Verso Ovest, il gruppo del Brenta. A Sud, la valle dei laghi fino ad Arco ed oltre verso la fine del Lago di Garda. Ad Est la vista spazia sulla Valle dell’Adige, la Vallagarina e le vette orientali del Trentino. Verso Nord, la valle di Non.

slide
Il Brenta del rifugio La Roda
slide
La terrazza coperta del Rifugio La Roda da cui si gode una vista sulle dolomiti di Brenta
slide
Il rifugio La Roda offre cucina di alta qualità, ad iniziare dal pane. Qui una "parete" di pane altoatesino
slide
Il Bombardino, ovviamente prodotto in casa, è un pezzo forte del rifugio
slide
Non mancano però strudel e una chicca: il panettone, prodotto direttamente nelle cucine del rifugio dallo staff guidato da Gigi Giovannini
Prev
Next

Il rifugio è splendidamente gestito da Luigi Giovannini, il poliedrico proprietario che non smette mai di inventare nuove idee, sia dal punto di vista culinario che dell’intrattenimento. Ad eventi quali le albe sugli sci, si affiancano una cucina tradizionale di alta qualità dove i prodotti locali giocano un ruolo chiave: troviamo cosi, ad esempio, il bombardino fatto con uova locali, una altissima specializzazione in tutti i prodotti di panificazione, vino prodotto dalle uve coltivate da Giovanni in piana rotaliana, e tanti altri piatti della tradizione trentina.