LA 42ma VOLTA DE LA CIASPOLADA

LA 42ma VOLTA DE LA CIASPOLADA

1161
CONDIVIDI

L’avvicinarsi de la Ciaspolada, la tradizionale corsa con la racchette da neve, ci dà lo spunto per raccontarvi l’alta Val di Non con i paesaggi, le escursioni nella neve e le numerose possibilità legate al wellness e all’agriturismo

Per la quarantaduesima volta si rinnoverà l’appuntamento ormai immancabile con la Ciaspolada che domenica 4 gennaio si presenterà al grande pubblico degli appassionati della corsa con racchette da neve.

Girovagando in Trentino dedica uno speciale a questa manifestazione che ha creato un genere sportivo-ricreativo e che rappresenta per la val di Non un vetrina fondamentale anche dal punto di vista gastronomico e culturale.

Quando mancano due mesi all’appuntamento, la manifestazione popolare regina dell’inverno ha già raccolto le prime mille adesioni, a conferma del grande interesse che ruota attorno all’evento organizzato dal collaudato staff della Podistica Novella del presidente Gianni Holzknecht.

Alcune immagini dalle passate edizioni della Ciaspolada
Anche quest’anno la Ciaspolada prenderà il via da Fondo domenica 4 gennaio 2015

 

Dopo la parentesi del 2014, nel quale è stato proposto per motivi climatici un percorso alternativo (ma altrettanto suggestivo), tracciato al Passo della Mendola, l’obiettivo per l’edizione 2015 è quello di tornare al classico ed apprezzato itinerario di circa otto chilometri con partenza da Romeno e arrivo a Fondo, nel cuore dell’Alta Val di Non, non a caso scelto nel 2013 per ospitare i campionati del mondo della specialità.
A fianco degli agonisti che correranno per inserire il proprio nome nell’albo d’oro, ci saranno come sempre centinaia di escursionisti provenienti da tutto il mondo, come confermato dalla starting list delle ultime edizioni, con circa 6.000 concorrenti in rappresentanza di una ventina di nazioni.

Come da tradizione la Ciaspolada propone anche un fitto programma di eventi collaterali, con alcune interessanti novità che ci vengono riferite dal responsabile delle manifestazioni Stefano Graiff. Su tutte, quella dell’allestimento al Palanaunia di Fondo di una mostra dedicata alla Grande Guerra dal titolo «La guerra sulle nevi e la guerra dipinta», in collaborazione con la Fondazione Museo Storico del Trentino e l’istituto comprensivo di Fondo.

All’interno del ricco calendario di eventi troveremo anche la mostra dell’Artigianato trentino e l’attesissimo spettacolo di musica e teatro “La guerra di Piero” con la partecipazione di Mark Harris, già collaboratore di Fabrizio de Andrè, del Coro San Romedio, dell’associazione La storia siamo noi, del Coro Melograno, della Corale Emmanuel e dei Cori giovanili di Sarnonico e Cavareno.

un’immagine che racconta l’arte del costruire le Ciaspole
a tutti i partecipanti viene regalato un piccolo gadget personalizzato
i pettorali e le grafiche della Ciaspolada sono ispirate, da qualche anno, alle opere di Depero che nacque proprio a Fondo. Quest’anno il tema è l’opera “Uomo matita”
restando in tema, il presidente della Società Podistica Novella, Gianni Holzknecht, firma un autografo a Walter Nicoletti
Un ideale weekend in Val di Non, in vista della Ciaspolada, offre spazio anche ad esperienze agrituristiche eccellenti
Qui siamo a Cloz, all’Agritur al Canyon
l’orto offre ancora qualche verdura di stagione
Gianluca Franch è il giovane gestore dell’Agriturismo
Dedichiamo infine uno spazio alla comunicazione. Radio Dolomiti è radio partner di molti eventi sportivi e culturali invernali
Al microfono in foto Michelangelo, che spesso è protagonista anche delle dirette in esterna della radio

 

Interessanti anche le proposte relative all’utilizzo delle ciaspole per l’escursionismo ed il divertimento con la possibilità di passare due giorni in baita con escursioni anche in notturna accompagnati dalle guide alpine.

L’inverno noneso si completa attraverso alcuni impianti di risalita ideali per la famiglia e con una serie di proposte che vanno dal benessere alla cultura, dalla gastronomia all’intrattenimento.

trentino, dolomiti, ciaspolada, ciaspole, alta val di non, racchette da neve, vacanza attiva, natale, grande guerra, enogastronomia, famiglia
Un ideale weekend in Val di Non, in vista della Ciaspolada, offre spazio anche ad esperienze agrituristiche eccellenti

In coda alla puntata di questa settimana segnaliamo l’Agritur al Canyon di Cloz, una confortevole struttura di accoglienza a poca distanza dall’omonima forra sul Rio Novella.