LA TRAVERSATA DEL PASSO DEL MONTOZZO.

LA TRAVERSATA DEL PASSO DEL MONTOZZO.

4129
CONDIVIDI

L’escursione proposta questa settimana ai bikers amanti della montagna e delle discese adrenaliniche parte dalla stazione turistica del Passo del Tonale (1883 m.s.l.m.) e raggiunge, passando per il Rifugio Bozzi, la Forcella del Montozzo (2613 m.s.l.m.) per poi discendere verso il Lago di Pian Palù in Val di Peio.

Partendo dal Sacrario Militare del Passo del Tonale, ossario costruito nel 1924 che ospita i resti di 831 soldati morti durante la Grande Guerra, si imbocca la strada statale n. 42 e si scende per alcuni chilometri in direzione Ponte di Legno.

FOTO2 traversata Passo Montozzo

Giunti al primo tornante si prosegue in lieve salita lungo la strada sterrata, ben visibile, che dalla strada statale conduce alle Case di Viso, borgo alpino noto per le caratteristiche abitazioni in muratura e teatro di una rappresaglia nazista dopo l’armistizio dell’8 settembre.

FOTO3 traversata Passo Montozzo
Dopo aver fiancheggiato l’abitato il percorso prosegue affrontando i duri tornati della vecchia strada militare che conduce al Rifugio Bozzi (2.461 m.s.l.m.) risalendo il pendio della Valle di Viso.

FOTO4 traversata Passo Montozzo FOTO5 traversata Passo Montozzo
La strada, a volte leggermente sassosa, alterna pendenze agevoli e più impegnative, ma sempre affrontabili in modo scorrevole da bikers mediamente allenati. Nelle vicinanze del Rifugio è possibile visitare i resti di alcune trincee della Prima Guerra Mondiale e il museo della Guerra Bianca.

FOTO6 traversata Passo Montozzo FOTO7 traversata Passo Montozzo FOTO8 traversata Passo Montozzo
Dal Rifugio Bozzi si effettuano, bicicletta in spalla, gli ultimi 100 metri di dislivello lungo il sentiero SAT n.111 e si raggiunge la Forcella del Montozzo, punto panoramico che si apre sulla omonima valle e dal quale si possono osservare i gruppi dell’Adamello Presanella e dell’Ortles-Cevedale.

FOTO9 traversata Passo Montozzo FOTO10 traversata Passo Montozzo
Da questo luogo mozzafiato parte la divertentissima discesa verso la Val di Pejo; seguendo le indicazioni per il sentiero SAT n.111 e poi per il sentiero SAT n. 137 si affronta un pendio montuoso che da lieve diventa più ripido – in alcuni tratti è necessario spingere la bicicletta.

FOTO11 traversata Passo Montozzo FOTO12 traversata Passo Montozzo

Giunti circa a metà della lunga discesa si inizia a scorgere in lontananza il bellissimo Lago di Pian Palù, bacino artificiale con acqua color verde smeraldo dal quale partono numerosi percorsi di trekking.


FOTO14 traversata Passo Montozzo
Proseguendo per la strada sterrata principale si scende al Fontanino di Pejo dove è possibile assaggiare la famosa acqua ferruginosa e da quest’ultimo, di nuovo su fondo asfaltato, si raggiunge Pejo Fonti. Imboccando la strada provinciale 87 si arriva e si supera l’abitato di Cogolo fino ad incontrare sulla destra in bivio per la pista ciclabile da percorre fino al paese di Fucine.

A questo punto le alternative sono due: aspettare il transito del bus di linea con direzione Passo del Tonale oppure, imboccando una bellissima strada sterrata ancor nell’abitato di Fucine, proseguire in sella attraversando i magnifici prati verdi che contornano l’abitato di Vermiglio e successivamente giungere al Passo del Tonale.

Dati tecnici:
Difficoltà: medio-difficile
Dislivello: /
Durata: circa 5 ore
Punto di partenza: Passo Tonale
Punto di arrivo: Passo Tonale (oppure Fucine e utilizzo mezzo di trasporto pubblico)
Punto più alto: Forcellina del Montozzo (2613 m)
Esperienza: è necessario un buon allenamento e discrete capacità tecniche
Paesaggio: mozzafiato
Periodo migliore: mesi estivi

Testi e foto
Gianluca Valorz e Lara Longhi