LAGO DELLE STELLUNE m 2091

LAGO DELLE STELLUNE m 2091

3137
CONDIVIDI
Ancora poche centinaia di metri al Lago Stellune, sullo sfondo Forcella Valsorda (© foto Agh)

Stupenda escursione nel cuore del Lagorai – 13/11/2010

Proponiamo una lunga e bellissima escursione al Lago delle Stellune m 2091, nel cuore del Lagorai, sul versante della Val di Fiemme. Sono circa 16 km per 900 m di dislivello. E’ un percorso facile, adattissimo anche alle ciaspole.

[Modello "responsive" non trovato]

Lago delle Stellune m 2091

Il percorso è abbastanza lungo ma semplice, relativamente sicuro da valanghe almeno nella parte bassa fino a Malga Cazzorga. Si svolge per 3/4 su strada forestale toccando 4 malghe. Inizialmente si percorre lungamente la forestale dentro il bosco, costeggiando nella parte bassa il Rivo delle Stue. Ai 1845 metri di quota di Malga Cazzorga, il paesaggio si apre con la splendida vista di Cima Stellune m 2605, si rimonta quindi uno spallone e si sbuca negli spettacolari e vasti falospiani che precedono il Lago delle Stellune m 2091, leggermente nascosto in una magnifica conca ai piedi del Monte Montalon m 2501.

[Modello "responsive" non trovato]

Come detto, è un percorso che non presenta difficoltà, l’orientamento è elementare (si segue costantemente il vallone), ed è ideale anche con le ciaspole. Con gli sci, la parte più godibile è quella alta dove non c’è vegetazione: in basso bisogna adattarsi a ripercorrere la forestale dell’andata, che è una via obbligata nel bosco fitto. Il Lago delle Stellune è una mèta piuttosto frequentata e perciò è molto probabile trovare la traccia già battuta anche dopo nevicate recenti. D’obbligo, come sempre quando ci si muove sulla neve, la consultazione preventiva del Bollettino Valanghe di Meteotrentino.

[Modello "responsive" non trovato]

Il percorso

Da Molina di Fiemme si prende la strada per il Passo Manghen (chiuso in inverno) e si prosegue fino al tornante del Ponte delle Stue m 1280 (fino qui la strada è normalmente aperta anche in inverno dagli spartineve), e si parcheggia. Si imbocca la strada forestale sulla dx orografica del torrente, in direzione sudovest. Si sale quindi con pendenze modestissime raggiungendo una bella serie di malghe: Malga Stue Bassa m 1490, il bel gruppo di baite di Malga Stue Alta m 1570, quindi Malga Cazzorga m 1845 dove termina la strada forestale. Di qui si stacca il sentiero 318 a monte della malga, salendo in direzione nordest e oltrepassando Malga Stellune m 2010. Ora il sentiero, superata la fascia di vegetazione ad alto fusto, spiana in campo aperto inoltrandosi nel grandioso scenario verso Forcella Valsorda m 2256.

[Modello "responsive" non trovato]

Circa 1 km prima della forcella, si piega leggermente a sud per sormontare una piccola spalla che nasconde alla vista la splendida conca del Lago delle Stellune m 2091. Qui si può scendere nella conca e sostare al riparo dal vento per un meraviglioso pranzo al sacco. Avendo voglia e gambe, si può salire con modesto dislivello (150 m) fino a Forcella Valsorda per affacciarsi nel grandioso scenario dell’Alta Val Campelle Il ritorno è obbligato per la stessa via dell’andata lungo la forestale.

testi e foto di
Alessandro Ghezzer
(Agh)

© Copyright 2001-2010 – E’ vietata la riproduzione di testi o foto salvo esplicita autorizzazione – Tutti i diritti riservati / All rights reserved

[Modello "responsive" non trovato]