LE CICLOPISTE DEL TRENTINO

LE CICLOPISTE DEL TRENTINO

1095
CONDIVIDI

Laghi e montagne si fondono in Trentino in un paesaggio che offre a tutti relax e possibilità di svago e di fare sport. La varietà dei luoghi permette di passare dalle zone di montagna agli ambienti lacustri in breve tempo, ponendo i visitatori di fronte a scenari incantevoli, che uniscono grandi vette dolomitiche a laghi limpidi.

I camping del Trentino sono distribuiti su tutto il territorio provinciale e rappresentano ottimi punti di partenza per una giornata di attività all’ aria aperta, sia la bicicletta che per il trekking.
Se poi si scelgono itinerari con la bicicletta, le possibilità vanno dei percorsi in mountain bike, alle bicicletta da corsa fino al downhill. Per gli amanti delle due ruote, i percorsi in Trentino sono innumerevoli. Ai sentieri ed alle strade di montagna, più impegnativi, si affianca una rete di 11 ciclopiste che rende buona parte del Trentino visitabile in bici.
L’asse principale è sicuramente la ciclabile della Valle dell’Adige, un lungo asse che congiunge la periferia di Verona e costeggiando per 82 km il fiume Adige in fondovalle, corre fino a nord della piana Rotaliana per giungere a Bolzano.
Sulla sinistra orografica dell’Adige, si trovano inoltre la ciclopista della Valsugana, 80 km praticamente pianeggianti che iniziano al Lago di Caldonazzo e raggiungono Bassano del Grappa, in veneto. La ciclabile delle Valli di Fiemme e Fassa presenta invece splendidi scenari sul cuore delle Dolomiti, correndo per circa 50 km da Molina di Fiemme a Pozza di Fassa InPrimiero, lungo il torrente Cismon, corre infine la ciclabile che collega Imer a Siror all’ombra delle Pale di S.Martino. Nella parte più orientale del Trentino, troviamo nella zona più a nord la ciclabili della Val di Sole che da Mostizzolo affianca il torrente Noce per poi svoltare verso Cogolo di Pejo, e la ciclabile dell’Alta Val di Non.
Verso il Garda, due sono i percorsi importanti: la ciclabile Garda Trentino – Basso Sarca che da Rovereto
Sud giunge fino a Riva del Garda, rendendo cosi possibile l’accesso al lago di Garda in bicicletta; inoltre la ciclabile della Valle dei Laghi, che da Arco risale tutto il corso del Sarca fino a Trento. A questa pista, attraverso la nuova ciclabile del Limarò, si aggancia poi la ciclabile della Val Rendena, da Tione a Madonna di Campiglio Più periferiche, ma forse anche per questo molto spettacolari, le ciclabili della Val di Ledro e delle Giudicarie Inferiori. Numerose informazioni si possono trovare sul sito.
www.visittrentino.it
Walter Nicoletti

CONDIVIDI
Articolo precedenteCIMA NERA M 3037 – PARCO NAZIONALE DELLO STELVIO
Articolo successivoGIRO DEL SENGIO ALTO
La redazione di Girovagando segue gli avvenimenti del turismo e dell’agricoltura in provincia di Trento, aggiornando i contenuti del sito e dei canali social network. Ogni venerdì, aggiorna la pagina delle puntate con i nuovi contenuti che saranno in onda il sabato seguente.