Le racchette da neve e una corsa lunga 42 anni: la Ciaspolada

Le racchette da neve e una corsa lunga 42 anni: la Ciaspolada

1092
CONDIVIDI

Tra gli eventi sportivi invernali in Trentino, non poteva mancare la 42esima edizione della Ciaspolada, che la Società Podistica Novella organizza per domenica 4 gennaio 2015. Un tracciato di circa 8 chilometri, da percorrere ciaspole ai piedi, partendo da Romeno per arrivare a Fondo, in alta Val di Non.

Sono circa 6000 gli atleti e gli amatori che ogni anno percorrono il percorso de la “Ciaspolada”.

Una lunga tradizione di camminate sulla neve, basti pensare che proprio in questi luoghi nacque il termine “ciaspole”, ad indicare le buffe racchette da neve che da sempre si utilizzano per non sprofondare camminando o correndo nella neve fresca.

Un percorso suggestivo ed emozionante che gli organizzatori contano di poter proporre per questa edizione, dopo che l’anno scorso sono stati costretti dalle condizioni atmosferiche a spostare il tracciato ad altitudini più elevate, nella zona del Passo della Mendola.

Alla corsa si partecipa sia singolarmente che in gruppo, sia in forma competitiva che in forma più dilettantistica e rilassata. Le iscrizioni sono aperte fino al 24 dicembre per i gruppi e fino al 3 gennaio per i singoli.

Fino al 31 dicembre ci sarà la possibilità di iscriversi alla tariffa agevolata di 11 euro (14 euro con noleggio ciaspole) per la “ non competitiva” e di 21 euro (24 euro con noleggio ciaspole) per la competitiva.

Sul sito www.ciaspolada.it si trovano tutte le informazioni per partecipare. Inoltre, troverete anche indicazioni utili per pianificare un weekend in val di Non con strutture ricettive, centri wellness ed agriturismi.

La partenza è fissata alle 10:30 da Romeno. Tutti i partecipanti, con l’iscrizione, riceveranno un kit che contiene il beauty personalizzato “Ciaspolada” ed alcuni omaggi degli sponsor, oltre al pettorale di gara, che è la particolarità di quest’anno. Per il secondo anno infatti la Ciaspolada si ispira alle opere di Fortunato Depero, che nacque proprio a Fondo. In particolare per questa edizione l’ispirazione viene dall’opera pubblicitaria Uomo-Matita.