MOLVENO E IL FASCINO DOLOMITICO DEL BRENTA

MOLVENO E IL FASCINO DOLOMITICO DEL BRENTA

1931
CONDIVIDI

Ci sono situazioni paesaggistiche dove i luoghi diventano simboli e Molveno, con il suo lago e le sue montagne, è sicuramente un simbolo del mondo dolomitico.

Quando lo sguardo supera il Pradel gli occhi si posano sulle affilate guglie del Brenta che da qui assume una caratteristica unitaria ed imponente.

Il Campanile Basso con gli Sfulmini, cima Brenta e Cima Tosa e poi la verticalità ravvicinata del Croz dell’Altissimo sono solo le firme più celebrate dagli alpinisti in un gruppo tra i più significativi ed estesi del mondo dolomitico.

La nostra puntata vi racconta il territorio attorno a Molveno
Questo splendido paesino sull’altopiano della Paganella offre possibilità di vacanza a 360 gradi.
vi racconteremo escursioni in montagna ai piedi delle dolomiti di Brenta, numerose attività sul lago e passeggiate nel centro storico, che vedete in queste immagini
dal paese di Molveno parte una nuovissima cabinovia ad 8 posti che ci porta in località Pradel
Qui troviamo il Forest Park, un percorso nel bosco per tutte le età dove ci si può cimentare con funi, percorsi attrezzati, zip line.
il Piz Galin visto dal Pradel

 

Passando dal rifugio la Montanara, l’escursionista e l’arrampicatore superano la soglia del bosco per inoltrarsi nei luoghi sassosi e verticali della montagna.

Questa soglia corrisponde al grado di avventura e conoscenza del mondo naturale che ognuno di noi è chiamato a definire per sé, consapevole dei proprio limiti. Ed è questa, da sempre, la vera legge della montagna e se vogliamo anche della vita.

Alla Montanara abbiamo fissato il pranzo di questa puntata di Girovagando. Ettore Sartori, fondatore del rifugio nel lontano 1973, ci racconta dei cambiamenti del mondo alpinistico, ma anche del fascino intramontabile del rifugio alpino. La Montanara, oltre ad aver mantenuto il fascino originario, è anche la meta ideale per una vacanza alpina in quota approfittando della mezza pensione e di un cucina di tutto rispetto.

torniamo poi in riva al Lago dove ci attendono moltissime opportunità.
ci si può rilassare o prendere il sole nell’ampia spiaggia sul lago
si può provare il paddle
Fausto Stefani è l’animatore delle attività di Molveno.
Si trovano anche spiagge attrezzate per le attività con i bambini
La novità di quest’anno è questo breve percorso per bici acrobatiche

 

La montagna di Molveno offre anche l’occasione per passeggiate più domestiche, come quella che porta a malga Tovre, oppure l’opportunità di sperimentare, per coloro che se la sentono, l’esperienza del volo in biposto con il parapendio. A Molveno operano scuole specializzate con pilota abilitato che consentono di vivere queste esperienze a molti turistici ed ospiti.

Un volo sopra la valle delle Seghe fino al lago è l’occasione per riscoprire un paesaggio dall’alto e toccare con lo sguardo l’imponenza di una natura selvaggia quanto immensa.

Torniamo poi nella zona di montagna ed entriamo ancora di più nel cuore del Brenta.
dal Pradel, saliamo ancora lungo un comodo sentiero (ma c’è anche la seggiovia) e raggiungiamo per pranzo il rifugio La Montanara.
qui lo scenario è spettacolare: si degustano piatti della tradizione trentina su un terrazzo naturale che offre una vista splendida sulle Dolomiti di Brenta
un tagliere di salumi…
…e di formaggi
Spaghetti di patate con sugo ai funghi e mortandela e Strangolapreti al burro fuso
anche i secondi sono piatti tradizionali: stinco di patate, polenta, capriolo e coniglio.
Ettore Sartori è il capostipite della famiglia. Fondò il rifugio all’inizio degli anni ‘70
Panna cotta con salsa alle fragoline di bosco e kiwi
Immancabile lo strudel
la famiglia Sartori al completo

 

Altre esperienze escursionistiche riguardano poi il monte Gaggia e la Paganella raggiungibili anche direttamente dai centri abitati.

Molveno, con le sue passeggiate e le piccole escursioni “domestiche” offre infine la possibilità per una conoscenza diretta del patrimonio forestale che lo lega alla mezza montagna.

malga_tovre_650_girovagando(2)
Poco sotto il rifugio La Montanara, lungo la strada che ci riporta al Pradel, incontriamo Malga Tovre, dove i bambini possono prendere confidenza con tanti animali
malga_tovre_650_girovagando(3)
Malga Tovre
malga_tovre_650_girovagando(4)
Malga Tovre
malga_tovre_650_girovagando(5)
A Malga Tovre si produce anche formaggio, latte e burro
malga_tovre_650_girovagando(1)
a Malga Tovre troviamo asini, mucche, pecore, maiali, galline ed oche