NaturaMenteVino: idee per una diversa gastronomia

NaturaMenteVino: idee per una diversa gastronomia

1083
CONDIVIDI

Buono Pulito e Giusto” sono le tre parole che compongono il credo di Slow Food e che tracciano la via della nuova edizione di NaturaMenteVino, on air a Rovereto dal 25 al 27 aprile.

Questa manifestazione, proposta dal Comune di Rovereto con l’organizzazione di Slow Food Trentino-Alto Adige, la collaborazione del Mart e delle Associazioni del Territorio ospita numerose produzioni selezionate tra le eccellenze di aziende ecosostenibili e le propone nel corso di degustazioni, laboratori e momenti enoculturali. Si tratta di una tre giorni ospitata negli spazi del Mart ma non solo, al Teatro Melotti, alla Biblioteca Civica ed altri ancora. Laboratori, incontri, conferenze, insomma assaggi, parole ed interazione su tutto ciò che ruota attorno al mondo dell’ecosostenibilità applicata all’arte del cibo e del vino.

Si inizia venerdì 25 aprile alle 18:30 con la presentazione ed a seguire la serata “ Cucina, Musica e Ballo contro lo spreco del cibo” con la regia dell’associazione universitaria Urla. A seguire, due giorni di “Mercato del gusto” nella piazza del Mart, dove si potranno degustare i prodotti del Mercato dei Presidi Slow Food, assaggiare i vini dell’Enoteca Slow Wine mentre si assiste a fantasiosi spettacoli con la compagnia teatrale Koinè. Ma il programma è ricchissimo di eventi e laboratori: dagli assaggi di Vino Santo Trentino e di Pinot Nero, alla proiezione di documentari come “Rocciamadre” e “Slow Food Story”, dallo studio dei Vigneti Resistenti al Metodo Classico, di cui sarà premiato il miglior “Ambasciatore”. Ed ancora uno spazio dedicato al Gelato solidale dei produttori di Rovereto, la possibilità di provare le auto elettriche, ed un reading particolare, con “Storie di gente e di vini nelle terre dell’Europa di mezzo” con l’associazione Imperial Wines e Keller Editore.

Una manifestazione che avvicina e cerca di creare un nuovo patto tra produttori e consumatori, e che è occasione per raccontare nuovi stili di vita, nuovi comportamenti fatti di maggiore consapevolezza verso le risorse di Madre Terra.

Insomma, per dirla con le parole di Carlin Petrini, “Liberiamo dunque la diversità, e vediamo cosa succede”!

Il programma completo su www.naturamentevino.it