RIFUGIO ANTERMOIA

RIFUGIO ANTERMOIA

Questo rifugio di recente ristrutturazione è un ottimo punto d’appoggio per chi vuole trascorrere una piacevole giornata in montagna o per chi preferisce un’escursione di più giorni sul Catinaccio. Grazie alla sua cucina tipica e alle sue camerate ci si può fermare per un pasto veloce o pe una o più notte così da godere a pieno di questo bellissimo angolo delle Dolomiti.

37
CONDIVIDI

Sorge nel vallone dell’Antermoia, ben al di sopra del limite della vegetazione in uno splendido paesaggio d’alta montagna, incorniciato dalle vette del massiccio del Catinaccio e dalla Corda del Lago. Si entra attraversando l’ampia terrazza esterna per essere accolti da una sala da pranzo con bar rivestita in legno, come le antiche baite alpine. Qui si possono consumare piatti tipici trentini: taglieri di affettati e formaggi, polenta e spezzatino, canederli e molto altro, tutto cucinato rispettando le tradizioni e con ingredienti locali, attentamente selezionati per la loro genuinità, freschezza e qualità.

Gli itinerari sono così tanti che ognuno piò trovare quello che più gli si addice: salite alle vette soprastanti dal dislivello e percorrenza modesti, trekking di più giorni dormendo ogni notte in un rifugio diverso e ascensioni dedicate soltanto agli alpinisti più esperti. Non può mancare una tappa al vicino lago d’Antermoia le cui acque cristalline riflettono le vette sovrastanti e offrono refrigerio nelle giornate più soleggiate.

 

STRUTTURA

RIFUGIO ANTERMOIA

Tipologia di struttura: rifugio

Indirizzo: 38030 Mazzin, provincia Trento

Quota: 2.496 m

Gestione: guida alpina  e soccorritore Martin Riz

Contatti: www.rifugiovederna.com – info@rifugioantermoia.com  – Telefono Rifugio: 0462 602272

Apertura: : 20 giugno – 20 settembre, tutti i giorni

 DESCRIZIONE

Descrizione del locale (esterni e interni), ambientazione: rifugio alpino di alta montagna nel Vallone dell’Antermoia in un ambiente dolomitico. Il rifiguo, ristrutturato nel 2017, è una struttura in muratura e legno di tre piani con loclali arredati e rivestiti in legno. Al piano terra si trova la sala da pranzo con il bar e a i piani superiori camere e camerate con servizi comuni.

Menù: tipico trentino con piatti cucinati in loco utilizzando prodotti selezionati per la loro provenienza e qualità. Si aggiungono antipasti classici come i taglieri di affettati e formaggi. Per chiudere in dolcezza il pasto vi sono vari dessert, tradizionali e nazionali.

CARATTERISTICHE

Lingue parlate:  inglese, tedesco

Modalità di pagamento: contanti

Prenotazione richiesta: consigliata

Possibilità di pernottamento: 37 posti letto

Servizi extra: doccia calda ai piani con sovrapprezzo

 ACCESSI E ITINERARI
Accessi: da Pera, m. 1.326, attraverso la Val Udai sentiero 579 e 580 Tempo: ore 3:30 (possibilità di portarsi in quota con la seggiovia Vajolet); da Pera, m. 1.326, attraverso la Val del Vajolet, località Gardeccia, ed il Passo Antermoia, m. 2.769, sentiero 546 e 584 Tempo: ore 4 facile;  da Mazzin, m. 1.372, per la Valle Udai sentiero 580 Tempo: ore 3:30 facile; Da Campestrin, m. 1.375, per la Valle di Dona sentiero 577-580 Tempo: ore 4 facile (E), Da Fontanazzo di Sotto, m 1.395, per la Valle  di Dona sentiero 577-580  Tempo: ore 3.30 Facile (E); da Fontanazzo di Sotto, m 1.395, per la Valle  di Dona sentiero 577-580  Tempo: ore 3.30 Facile (E); a monte del paese parte il sentiero 577 che conduce in Val di Dona, il percorso da seguire è quello dell’ it. 3/a; da Campitello di Fassa, m. 1.448, per la Valle Duròn, Passo delle Ciaregole, m. 2.282 e passo di Dona m. 2.516 sentiero 578-580 Tempo: ore 4 facile (E); dall’ Alpe di Siusi attraverso il Passo Tires m. 2.441, il Passo Duròn m. 2.168, il Passo delle Ciaregole m. 2.282 ed il Passo di Dona m. 2.516 sentiero n° 2 (sul versante dell’Alpe di Siusi ) (4-594 ) 532-555-578-580 Tempo: ore 6.

Itinerari raccomandati:  Al Mantello (m 2.567) si scende sul sent. n°580 che porta al Passo di Dona che costeggia le pareti del Sasso di Dona. In prossimità al Passo si piega a destra, seguendo evidenti tracce di sentiero, che portano sul dorso del Mantello; Ai Rifugii Vaiolet e Preuss m. 2.243 per il Passo d’ Antermoia m. 2.769 e per il Rifugio Passo Principe m. 2.601 sent. 584 ore 2.15. Al Rifugio Gardeccia m. 1.949 per il Passo di Lausa m. 2.720 ed il Passo delle Scalette m. 2.400 sentiero 583 ore 4. Asaensioni: ìSasso di Dona, Spigolo di Fiorenza, Torre di Dona, Corda del Lago, Catinaccio d’Antermoia, Larsec. Per ulteriori itinerari consultare il sito del rifugio.