RIFUGIO CACCIATORE

RIFUGIO CACCIATORE

Fondato nel 1935 da un gruppo di cacciatori è diventato noto nella zona dell'Adamello Brenta per la sua calda accoglienza famigliare e l' ottima cucina tipica

997
CONDIVIDI

Sovrastato dalle maestose cime del massiccio dell’Adamello sopra la Val d’Ambiez questo piccolo rifugio ha due salette ristorante arredate nello stile delle baite alpine, una delle quali riscaldata da una tipica stufa a olle.

I piatti offerti sono fatti per portare in tavola i piatti della tradizione rendena e trentina, con ingredienti freschi e a km0, come i formaggi dalle malghe dalla zona e gli affettati della Val Rendena. Si può anche mangiare all’esterno con i profumi della montagna e l’aria fresca che fanno apprezzare ancora di più le pietanze.

Aperto nella stagione estiva è una meta ideale per gli amanti della montagna e le famiglie, con facili itinerari su comodi sentieri, varie vie ferrate e pareti di approccio all’arrampicata.

Al Cacciatore soggiornare nella pace più totale è possibile grazie alle camere da 2 a 8 posti con comodi letti e calde coperte, godendo di panorami mozzafiato sull’Adamello Brenta.

STRUTTURA

RIFUGIO CACCIATORE

Tipologia di struttura: rifugio

Indirizzo: Val d’Ambiez, 38078 San Lorenzo in banale TN

Quota: 1.820 m

Gestione: Claudio Sottovia

Contatti: www.rifugiocacciatore.it – info@rifugiocacciatore.it – Telefono Rifugio:+393318482279 – Telefono gestore: +392441120074

Apertura: giugno-settembre, apertura straordinaria nei weekend di maggio e settembre (meteo permettendo)

 DESCRIZIONE

Descrizione del locale (esterni e interni), ambientazione: rifugio alpino rifugio alpino degli anni 30 in muratura con gli interni di una tipica baita alpina. Al pino terra ritrovano due salette ristorante una con stufa ad Olle e terrazza panoramica esterna. Ai piani suuperiori si trovano le stanze, sempre rustiche e confortevoli.

Menù: tipico Trentino con piatti che vano da una semplice pasta per i più piccoli fino a proposte come l’ormai famosa Polenta di Storo affiancata da uno spezzatino con carne d’ottimo taglio. L’attenzione per l’uso di prodotti locali emerge anche tramite la gamma di affettati (Speck selezione Campiglio, Ciuìga del Banale) e formaggi (Brenta Pinzolo, Spressa) che si possono trovare nei nostri taglieri da antipasto.

CARATTERISTICHE

Lingue parlate: inglese,

Prenotazione richiesta: consigliata

Modalità di pagamento: contanti, POS (dal 2018).

Possibilità di pernottamento:  50 su letti a castello incamera da 2 a 8 posti. Bivacco invernale da 4 posti letto.

Servizi extra: elettricità da pannelli solari, WiFi libero (dal 2018) nella sala bar, terrazza, possibilità di asciugare i vestiti sulla stufa a Olle, TAXI-Jeep (Bosetti Giorgio +39 333 3198204 Margonari Matteo +39 333 5909327). Doccia calda extra.

 ACCESSI E ITINERARI
Accessi: direttamente dal fondovalle con la cabinovia Daolasa-Valmastellina oppore dalla malga di dimaro seguire le indicazioni del rifugio oppure dalla Malga Panciana con il nuovo Sentiero dei Pastori oppure dal Malghet aut di Folgarida seguire le indicazioni verso il rifugio, dal Lago Malghette seguire le indicazioni per Alpe Daolasa. Dal centro di San Lorenzo Dorsino si sale per la strada della Val d’Ambiez fino al Ristoro Dolomiti con ampio parcheggio. Si prosegue a piedi lungo la stradina sconnessa e a tratti ciotolata che fiancheggia il torrente. Alla fine, uscita dal bosco, la strada compie due ampi tornanti nei pressi di Malga Prato di Sotto. Dopo poco si giunge al rifugio (2,30 / 3,00 h) Dal Ristoro Dolomiti si può anche usufruire di un servizio taxi che porta al rifugio, in circa mezz’ora.

Itinerari raccomandati: Itinerario attorno al Rifugio Cacciatore, Percorso dei Fossili, difficoltà bassa (1,30 h) Forcolotta di Noghera Punta dell’Ideale Ferrata Brentari Ferrata Ettore Castiglioni Escursione alla Malga di Senaso.