IL RIFUGIO MONTE AGNELLO A PAMPEAGO

IL RIFUGIO MONTE AGNELLO A PAMPEAGO

2138
CONDIVIDI

Il Rifugio Monte Agnello si trova a quota 2180 mt. Da Pampeago, con l’impianto Agnello si giunge appena sotto la vetta del Monte Agnello, dalla cima del quale la vista spazia su moltissime vette dell’arco dolomitico: si vede il Brenta, il Gruppo del Sella, la Marmolada e si gode di una vista mozzafiato sulla catena del Lagorai.

Questo rifugio è la conferma di come gli sportivi e gli sciatori che frequentano la montagna ricerchino anche la qualità a tavola. Quello di Pietro è un vero e propri omaggio alla cucina delle Dolomiti con portate che fanno tesoro della cacciagione e della lepre e del capriolo in particolare.

A pranzo raggiungiamo il rifugio Agnello a quota 2180
Tagliere misto
Tris con tagliatelle al Ragù di lepre, Canederli al Fontal e tortelloni alla casatella
Tagliata di lepre con polenta
Vassoio di dolci tra cui Sacher, Tiramisù, Strudle, crostata e Kaiserschmarren
Lo staff del Rifugio Agnello, capitanato da Pietro Delladio

Iniziamo infatti un antipasto con taglieri misti della tradizione fiammazza. A seguire un tris di primi con Tortelloni alla casatella, Canederli al Fontal di Cavalese e tagliatelle fresche con ragù di lepre.

Come secondo, la tagliata di capriolo abbinata all’immancabile polenta.

Anche i dolci rispecchiano la tradizione locale ed il vicino Alto Adige con la Torta Sacher, il classico Tiramisù, lo Strudel, la crostata e le Kaiserschmarren.