RIFUGIO STELLA D’ITALIA

RIFUGIO STELLA D’ITALIA

Nato nel 1905 come base per la costruzione del sovrastane forte austroungarico di Sommo Alto è fin dalla sua nascita stato un punto di riferimento per gli escursionisti e, dal 1947 degli sciatori

696
CONDIVIDI

Lungo i decenni si sono avvicendate varie gestioni, l’ultima delle quali della famiglia Rech che dura fin dal 1984 ha apportato numerosi ammodernamenti e ampliamenti della struttura originale. Raggiungere il rifugio è molto facile, con la seggiovia oppure a piedi.

Una volta entrati si viene accolti da un elegante ambiente in stile rustico con arredi in abete spazzolato che donano all’ambiente un’atmosfera calda e accogliente. In inverno si è a pochi metri dalla seggiovia Francolini, nella ski Area Folgaria-Fiorentini coni suoi 104 km di piste di tutte le difficoltà. In estate non mancano le escursioni che sono rese particolarmente interessanti dal presenza di opere militari sia italiane che austroungariche della Prima Guerra Mondiale ancora molto ben conservati.

Durante l’inverno oltre al bar è attivo un servizio di ristorazione serf-service con piatti tipici affiancati a proposte tradizionali panini e snack. Nella bella stagione invece c’è un vario menù tipico alla carte con piatti studiati apposta per accontentare tutte le proposte dietetiche ed eventuali intolleranze alimentari. Lo staff del rifugio vuole portare in tavola le tradizioni e i sapori dei questi luoghi prediligendo ingredienti provenienti da Folgaria-Lavaraone e dai territori circostanti.

Per assaporare al meglio la bellezza e la ricchezza storico-culturale di questi luoghi non si può non fermarsi almeno per una notte al rifugio in una delle sue camere alcune con servizi privati e altre in comune, tutte arredate in stile montano, in perfetta armonia con l’ambiente che le circonda.

STRUTTURA

RIFUGIO STELLA D’ITALIA

Tipologia di struttura: rifugio

Indirizzo: Loc. Sommo Alto, 1, 38064 Folgaria TN

Quota: 1.350m

Gestione: Claudio e Francesca Rech

Contatti: www.rifugiostelladitalia.com – info@rifugiostelladitalia.com – Telefono Rifugio: 0464723149 – Telefono Gestore: 3480253947

Apertura: dicembre – aprile; maggio – settembre

 DESCRIZIONE

Descrizione del locale (esterni e interni), ambientazione: rifugio alpino di media montagna tra i boschi di Folgaria immediatamente sotto la seggiovia Francolini e a poca  distanza da Forte Sommo Alto. Costruito nel 1905 e continuamente ristrutturato, ampliato e ammodernato si presenta oggi come una costruzione di stile rustico con interni in legno che ricordano le antiche baite di montagna con qualche tocco moderno. È possibile mangiare anche all’esterno sulla terrazza sotto gli ombrelloni.  Ai piani superiori si trovano le camere 3 con servizi privati e 3 con bagno in comune.

Menù: tipico trentino. In inverno si offre un self service con piatti sia tradizionali che italiani assiema panini, fritti e snack. Nella bella stagione invece si ha un vasto menù alla carta che sa coniugare perfettamente la tradizione con le nuove esigenze dietetiche. Per garantire il massimo della qualità gran parte degli ingredienti proviene da piccoli produttori artigianali di Folgaria, Lavarone e della regione. I dessert in gran parte fatti in casa concludono il pasto che può anche essere accompagnato da un vasta selezione di vini, birre, liquori e distillati trentini che esaltano i sapori. 

Piatto caratteristico: rosti di Patate con Speck, uova ed insalata di cappuccio

Note:  ricca selezione di Vini e distillati trentini, formaggi del Caseificio degli Altipiani, insaccati e carni della Macelleria Cappelletti e Macelleria Canalia a Folgaria.

CARATTERISTICHE

Lingue parlate: inglese, tedesco,

Modalità di pagamento: contanti, carte

Prenotazione richiesta: consigliata

Possibilità di pernottamento: 20 posti letto

Servizi extra: free WIFI, doccia calda, trasporto con gatto delle nevi

 ACCESSI E ITINERARI

Accessi: in seggiovia da Francolini, a piedi da Passo Sommo o da Passo Coe (50′). Seggiovie Ortesino, Salizzona.

Itinerari raccomandati: seguendo le indicazioni del “Sentiero della Pace” (una colomba gialla) in pochi minuti si raggiungono i ruderi del forte austriaco del Sommo Alto (visitabili). Nella stessa zona, attorno a Passo Coe, con una tranquilla camminata tra le testimonianze della Grande Guerra si può raggiungere Monte Maggio (1.853 m).