RIFUGIO TRIVENA

RIFUGIO TRIVENA

Nato nel 1987 per volere dell'attuale gestore è un piccolo e grazioso rifugio d'alta montagna  ne cuore del Parco dell'Adamello ricavato da una struttura del 1954, nelle vicinanze di una cava attiva fino al 1963

151
CONDIVIDI

Continuamente ristrutturato richiama in tutto e per tutto la forma e l’aspetto delle antiche baite montane con alcuni comfort moderni. Si tratta di due edifici in legno e muratura: il principale contiene sala ristorante e al piano superiore i posti letto, mentre il secondo altre accomodazioni. La gestione energetica del rifugio è completamente ad emissioni zero grazie alla presenza di una piccola a centrale idroelettrica.

La cucina offerta è tipicamente trentina: i piatti sono semplici e saporiti, pensati per portare in tavola i sapori e le usanze del luogo. Si parte dai classici antipasti con taglieri di formaggio e affettai per passare ai classici piatti di carene e selvaggina, zuppe e minestre, per concludere con dessert caserecci. Tutti le pietanze sono preparate utilizzando ingredienti da piccole produzioni artigianali locali e regionali e scelta in base alla loro genuinità.

L’accesso è facile, grazie alla strada sterrata chiusa al traffico che dalla Val Berguzzo dal fino al rifugio tra freschi boschi di conifere. È disponibile il servizio di transfert privato con soggiorni superiori ai tre giorni.

A fianco della piccola sala da pranzo si trova una piccola biblioteca che funge anche da museo, che ospita ritrovamenti Austrougarici del Primo Conflitto Mondiale (il fronte correva su queste cime). Lungo la conca Trivena e le sovrastanti cime vi sono terrazzamenti, postazioni d’artiglieria blindate, trincee che rendono questi luoghi un’ottima meta per gli appassionati di storia. In inverno, la piccola Guida degli itinerari di scialpinismo prodotta dal rifugio Trivena, sostituisce egregiamente la segnaletica estiva sommersa dalla neve.

 

STRUTTURA

RIFUGIO TRIVENA

Tipologia di struttura: rifugio

Indirizzo:

Quota: 1.650 m

Gestione: Dario Antolini

Contatti: www.rifugiotrivena.com – info@trivena.com – Telefono Rifugio: 0465 901019 – Telefono Gestore: 0465 322147

Apertura: 27 dicembre – 3 aprile

 DESCRIZIONE

Descrizione del locale (esterni e interni), ambientazione: rifugio di media montagna ricavato nel 1987, posto nell’omonima conca riqualificando la costruzione antistante ad una cava in disuso e poi una vicina costruzione adibita ad alpeggio. Immerso nel verde dei boschi e del vecchio pascolo è composto da due edifici costruiti per assomigliare il più possibile alle antiche baite montane. Nell’edificio principale si trovano sala ristorante e bar, con antistante terrazza panoramica e la biblioteca-museo, mentre al piano superiore c’è la zona notte con letti a castello. Nella dependance poco sotto si trovano ulteriori posti letto. La particolarità di quetiluoghi è che più di un secolo fa italiani e austroungarici si combattevano su queste impervie cime: restano molti manufatti e strutture militari a testimonianza della guerra.

Menù: composto si da piatti tipici che italiani. Gran perte delle pietanze è cucinata in casa privilegiando ingredienti del luogo e della regione il più possibile freschi. Si accompagna una vasta scelta dei di vini, birre, distillati e liquori pensati per arricchire il pasto di nuovi sapori forti.  I dessert, sempre caserecci sono il coronamento ideale per il pranzo o la cena al Brentei.

CARATTERISTICHE

Lingue parlate: inglese, tedesco

Modalità di pagamento: contanti, assegno

Prenotazione richiesta: consigliata

Possibilità di pernottamento: 50 + dependance 25

Bivacco: 20 posti letto

Servizi extra: free WIFI, doccia calda gratuita (in servizi comuni), locale asciugatoio, veranda panoramica, biblioteca e museo, servizio transfert per pernottamenti di almeno tre notti.

 ACCESSI E ITINERARI
Accessi: dalla strada sterrata chiusa al traffico che parte dalla Val Berguzzo.

Itinerari raccomandati: 
Salite alle cime circostanti. Trekking in Adamello di cui il Rifugio Trivena è la prima tappa.