Stare in forma rimanendo a casa: l’ALLENAMENTO SUI GRADINI

Stare in forma rimanendo a casa: l’ALLENAMENTO SUI GRADINI

Chiusi in casa si ma tenendosi in forma, ecco alcune idee per mantenersi attivi sfruttando le scale di casa.

85
CONDIVIDI

Stare a casa rimanendo in forma non è una cosa semplice. Serve motivazione, impegno ed una buona tabella di marcia da seguire con costanza coinvolgendo magari tutta la famiglia.

Per approfondire questo argomento abbiamo chiesto un parere a Silvia Costanzi, docente di scienze motorie del Martino Martini di Mezzolombardo, istituto che già dal primo giorno di chiusura non ha mai interrotto le lezioni, utilizzando strumenti virtuali e lezioni a distanza come del resto tutt’ora sta facendo anche l’intero sistema scolastico.

Prof. Costanzi, perché una routine atletica quotidiana può aiutare ad affrontare al meglio la situazione?

Sicuramente stabilire una routine che includa nelle nostre giornate in casa anche l’attività fisica, è essenziale. Le motivazioni sono molteplici: in prima linea mi sento di dire per preservare e migliorare il nostro benessere psicofisico, gestire lo stress e i pensieri negativi, far fronte in maniera positiva agli eventi adottando un atteggiamento costruttivo, oltre ai benefici sulla capacità di concentrazione, sull’umore, sul sonno. D’altronde fare sport stimola la produzione delle endorfine, molecole che favoriscono il buon umore e migliorano lo stato di serenità del corpo e della mente.

Da dove partire e quali obiettivi porsi?

Partirei fissando pochi obiettivi concreti e soprattutto raggiungibili; darsi degli obiettivi esageratamente ambiziosi è spesso il motivo per cui si smette di perseguirli.
Una strategia valida potrebbe essere scomporre l’obiettivo in piccoli step e prefissarsi delle scadenze. Fondamentale è anche scegliere la tipologia di attività fisica più adatta alle proprie esigenze ed ai gusti personali. Farsi aiutare da persone competenti: un percorso allenante creato da un professionista significa avere la certezza di un risultato e non da ultimo, impegno e costanza, ritagliandosi del tempo per noi stessi.

Ha qualche suggerimento per impostare una strategia per tenere duro?

Come suggerimento per impostare una strategia di lavoro corretta e stimolante, consiglierei di programmare schematicamente la settimana di attività, in modo da avere una routine fissa, che preveda dai 30 ai 40 minuti massimo di lavoro al giorno, variando la tipologia di attività: dal potenziamento a circuito al lavoro cardio, dall’utilizzo del Trx all’interval training, inserendo anche un lavoro di stretching, yoga e pilates per il rilassamento del corpo e il recupero.
In questo periodo, sui social, molti personal trainer mettono a disposizione gratuitamente le loro competenze, attraverso lezioni gratuite online; credo che anche questo sia un ottimo incentivo per variare il tipo di attività e confrontarsi con esperti del settore di fama internazionale.

Come coinvolgere tutta la famiglia?

Direi che l’attività di gruppo è fondamentale! Inventare esercizi di coppia, realizzare dei circuiti di potenziamento a stazioni sviluppando la creatività di ognuno e, perché no, inventarsi qualche party in famiglia, un sabato sera alternativo, creando una mini discoteca in casa non sarebbe male! Ogni sabato con tema musicale diverso!! In fondo a tutti ci piace tornare un pò bambini…