SUL GHIACCIAIO MANDRONE CON METEOTRENTINO

SUL GHIACCIAIO MANDRONE CON METEOTRENTINO

1760
CONDIVIDI

Spedizione in alta quota per studiare i cambiamenti climatici – 29 sett 2012

Benvenuti cari amici alla prima puntata di Girovagando edizione autunno e inverno. Per festeggiare questo lieto evento siamo saliti sul ghiacciaio dell’Adamello e del Mandrone.

Adamello – Mandrone

I ghiacciai dell’Adamello – Mandrone compongono la più grande distesa bianca delle Alpi italiane e a questi si aggiungono in Trentino il complesso della Presanella, del gruppo dell’Ortles Cevedale e della Marmolada. Sono circa 80 i ghiacciai che troviamo nella nostra provincia ed insieme agli altri delle Alpi rappresentano un patrimonio inestimabile di biodiversità. L’acqua ne rappresenta la risorsa principale assieme al condizionamento che da questo sistemi naturale ne deriva per il clima. E proprio il clima è al centro della nostra attenzione anche in conseguenza delle modificazioni che un sistema economico poco attento alle compatibilità ambientali ha innescato negli ultimi decenni.

Alberto Trenti, direttore di Meteotrentino, ed una equipe di ricercatori ci segue in questa giornata che trascorriamo tra i seracchi del ghiacciaio del Mandrone alla scoperta di un ambiente ricco di natura e storia. L’amico Mauro Girardi, esperto guida alpina, ci accompagna alla scoperta delle tecniche di progressione su ghiaccio, mentre Alberto ci illustra i programmi adottati in provincia di Trento per la misurazione dell’arretramento dei ghiacciai in questi ultimi anni. La comunità scientifica, spiega Trenti, concorda oramai all’unanimità sulle cause dell’innalzamento delle temperature del globo innescate per causa dell’uomo e dell’effetto serra.

[Modello "responsive" non trovato]

Il monitoraggio del ghiacciaio Adamello – Mandrone

Gianluca Tognoni, ricercatore di Meteotrentino, Stefano Fontana, vicepresidente Sat – Società degli Alpinisti Trentini, ci parlano delle tecniche di misurazione dell’abbassamento del ghiaccio sia sulla superficie di queste montagne bianche, sia sul fronte estremo in bassa quota. Il ritiro dei ghiacci è poi all’origine della riscoperta di reperti e materiali relativi alla Grande Guerra del 1915-18 che proprio a queste altitudini deflagrò in cruenti battaglie e combattimenti. Dobbiamo pensare che, nonostante le temperature impossibili e le condizioni di forte disagio, qui arrivava la corrente elettrica e furono posizionati cannoni e pezzi di artiglieria di grande gittata. Oggi il Mandrone, come tutti i ghiacciai del Trentino, è anche un grande cimitero di guerra che merita rispetto sia per i caduti, sia per il materiale rinvenuto.

Quando cambia il clima

Torniamo a parlare di modificazioni climatiche è lo facciamo con Annapaola Rizzoli, medico veterinario della Fondazione Mach, che ci parla di quanto sta cambiando a livello animale e della fauna selvatica in particolare. Damiano Gianelle, ricercatore della Fondazione, ci parla invece delle modificazioni che interessano la flora dove, ad esempio si nota lo sviluppo delle caducifoglie come il faggio a danno dell’abete rosso. La Provincia autonoma di Trento è da tempo impegnata nel progetto clima attraverso il quale si intende aggredire il problema attraverso monitoraggi e ricerche ed un’azione capillare di sensibilizzazione ed attuazione di buone pratiche. Attraverso l’osservatorio si organizzano campagne di divulgazione ed educazione. E’ poi stato approntato un tavolo sui cambiamenti climatici, mentre Climaticamente cambiando è l’evento periodico dedicato al coinvolgimento della società civile e della comunità scientifica su questi argomenti. Roberto Barbiero dell’Osservatorio del Clima ci illustra gli impegni assunti dalla comunità trentina per ridurre la propria impronta ecologica, mentre l’assessore provinciale all’ambiente Alberto Pacher ci parla di alcuni progetti operativi di mobilità alternativa come nel caso della rete delle piste ciclabili e delle biciclette elettriche a pedala assistita. Esempi, conferme, che cambiare si può, nell’interesse dell’ambiente e della salute di tutti.

testo di Walter Nicoletti
foto di Agh

freccia_rossa APT MADONNA Dl CAMPIGLIO, PINZOLO, VAL RENDENA
Piazza S. Giacomo
38086 Pinzolo TN
Tel. 0465 / 501007
www.pinzolo.to

© Copyright 2001-2012 – E’ vietata la riproduzione di testi e foto
salvo esplicita autorizzazione – Tutti i diritti riservati / All rights reserved

chevrolet
La nuova Chevrolet Cruze di Girovagando messa a disposizione dalla concessionaria Franceschi