Tagliare i capelli in casa – tutorial

Tagliare i capelli in casa – tutorial

Tra gli effetti collaterali dello stare in casa il meno grave è come tenere in regola i capelli, ne parliamo con Daniele Fantelli

15
CONDIVIDI

In queste giornate di chiusura forzata il mood che va per la maggiore è fare di necessità virtù, cogliendo l’occasione per stare in famiglia, fare qualche lavoretto e quelle cose che normalmente non avremmo mai avuto il tempo o la voglia di fare. La vita insomma non si ferma e quel che è certo è che non si ferma neanche la crescita dei capelli.

Ma come fare a gestire lacrescita dei capelli non potendo uscire da casa? Ne parliamo con Daniele Fantelli, ai molti conosciuto come campione di Bike Trial, Daniele è parrucchiere figlio d’arte, gestisce con passione un proprio salone da 20 anni e da 15 collabora con Miss Italia, per rendere le acconciature delle Miss perfette durante il percorso di selezione nei mesi di luglio e agosto.

Daniele è anche consociuto per aver tagliato i capelli a vari personaggi pubblici tra i quali Brumotti, Licia Colò, le squadre di calcio del Cagliari e del Napoli con il presidentissimo Aurelio de Laurentiis.

Daniele, iniziamo dalle basi: quali sono gli strumenti indispensabili per preparasi a tagliare i capelli in casa?

Gli attrezzi indispensabili sono asciugamano, pettine e forbici, queste ultime devono essere professionali perché le forbici da carta, a meno che non siano nuove e perfette, hanno difficoltà a tagliare i capelli. Le forbici sono l’unica cosa di cui bisogna dotarsi e se ne trovano di vari tipi, ne basta un paio di buona qualità. Per gli uomini l’ideale è usare la macchinetta per andare corto o rasato.

Come iniziare il taglio e quali sono i trucchi del mestiere?

La prima cosa è lavare bene i capelli prima di iniziare il taglio perchè bagnandoli si tolgono le pieghe, specie quelle che si formano durante la notte.
Se si preferisce mantenere i capelli un po’ più lunghi l’ideale è inizare prendendo una misura tagliando una ciocca e dopo usare quest’ultima come guida per procedere a tagliare le altre, tirare su i capelli con le mani, come farebbe il vostroparrucchiere, e usarli come guida. Rimarrei su tagli semplici un po’ più lunghi sopra e un po’ più corti ai lati e dietro. Con un po’ di pratica si può ottenere anche risultati accettabili. Chiaramente bisogna farsi aiutare perché diversamente sarebbe necessario lavorare con due specchi e l’immagine capovolta, cosa molto difficile e sconsigliata.
Per facilitare l’operazione è meglio seguire il taglio già presente, calcolando che il capello si allunga circa un centimetro e mezzo al mese si può accorciare utlizzando questa misura come parametro.
Per i tagli da donna donne l’ideale è pettinare bene e asciugare i capelli belli dritti, tagliare semplicemente le punte senza avventurarsi in tagli scalati.

Come fare per sfoltire?

L’unico metodo è utilizzare la forbice apposita, anche di queste se ne trovano parecchie in commercio e sono caratterizzate da una lama liscia contrapposta ad una dentata e sono utili per controllare il volume dei capelli.

E per un taglio a macchinetta?

Se il taglio è corto è sicuramente meglio utilizzare una macchinetta. Sarebbe fattibile a forbice ma serve l’abilità di un professionista perché eventuali piccoli errori non perdonano e sarebbero subito visibili. Con la macchinetta risulta un po’ più facile, specie utilizzando i vari rialzi e procedendo apoggiando bene il pettine del rasoio alla testa. Anche qui si può regolare la lunghezza magari andando più corti ai lati e dietro e mantenedo un po’ più lunghi i capelli nella parte alta.

Per rifinire collo e basette?

Per il collo e le basette si può usare un normale regolabarba, un trucchetto utile per fare un bel lavoro è appoggiarsi la mano al collo più o meno dove finisce l’attaccatura dei capelli e poi con il rasoio elettrico passare dalla mano in giù così da far risultare la riga dritta.

E’ possibile adattare il regolabarba già presente in casa ed utilizzarlo come trimmer?

Utilizzare il regolabarba può essere utile specie per quelli che hanno rialzi che permettono lunghezze maggiori ma questo dipende dal regolabarba. In generale i produttori lo sconsigliano ed anch’io ho visto che comunque tendono a incepparsi ma ho notato che i modelli professionali possono comunque dare un buon risultato, i modelli base invece generalmente si inceppano.

Per chi volesse cimentarsi in questo nuovo esperimento può trovare on-line idee e tutorial su come fare ma anche acquistare attrezzature di buona qualità a prezzi decisamente contenuti.
Si possono trovare anche dei kit con mantellina o trimmer professionali per poche decine di euro. 

Cimentatevi in questo esperimento, da fare in coppia, e non proccupatevi delle imperfezioni, i vostri parrucchieri di fiducia vi aspettano per regolare e correggere eventuali errori e magari darvi qualche altro consiglio.