TRENTINO UNA MONTAGNA ATTIVA ED ACCOGLIENTE

TRENTINO UNA MONTAGNA ATTIVA ED ACCOGLIENTE

1289
CONDIVIDI

17 novembre 2012

Trentino, una montagna attiva ed accogliente è il titolo della puntata di questa settimana dove parleremo di alpinismo ed escursionismo.

Le guide alpine del Trentino

Si parte da Pietramurata, nella Valle del Sarca, dove ci accoglie Mauro Giovanazzi di Guide Alpine Trentino, un’organizzazione che si occupa di tutto quanto fa montagna ed alpinismo in questa provincia. Mauro, esperta guida alpina, ci parla della storia dell’arrampicata sportiva in questa valle considerata da tutti la patria europea del freeclimbing. Qui possiamo trovare le vie classiche inaugurate a suo tempo da Detassis e Maestri, ma anche le piccole falesie con difficoltà che ormai superano il nono grado. Un sito di riferimento che vi consigliamo è guidealpinetrentino.it dove potrete trovare tutte le informazioni relative all’alpinismo in provincia di Trento e alla grande offerta messa a disposizione dalla guide alpine.

Inverno con le guide alpine

La stagione sta volgendo verso l’inverno e le guide si preparano ad accompagnare i clienti sulla neve. Parliamo allora di ciaspole e sci alpinismo, di arrampicata su ghiaccio e semplici escursioni. Ce n’è per tutti i gusti: per coloro che amano la verticalità ed il rischio, ma soprattutto per coloro che amano i paesaggi innevati e le situazioni più tranquille. La montagna ha dentro di sé tutte le possibilità, sta a noi trovarle riconoscendo i nostri limiti e le nostre effettive capacità. La Società Cooperativa Guide Alpine del Trentino si occupa dello sviluppo di tutte le attività inerenti la professione di Guida Alpina, in nome e per conto di tutte i soci guide alpine iscritti al Collegio del Trentino. Gestisce tutti gli aspetti amministrativi, tecnici e di comunicazione di ciascuna iniziativa intrapresa. La società cooperativa opera, tramite le Guide Alpine associate, in vari settori, dalla formazione alla consulenza. Il titolo di Guida Alpina–Maestro di Alpinismo rappresenta la “vetta” del percorso formativo e professionale nel campo dell’alpinismo a livello nazionale ed internazionale e come unica figura competente e in grado di garantire una completa formazione e una corretta frequentazione dell´ambiente montano. Infatti, la Guida Alpina–Maestro di Alpinismo può godere di assoluta autonomia e indipendenza in qualsiasi disciplina alpinistica e su qualsiasi terreno nei 21 paesi del mondo che hanno aderito alla U.I.A.G.M (Unione Internazionale delle Associazioni Guide di Montagna). Le discipline alpinistiche tipiche della Guida Alpine e dell’Aspirante Guida sono varie e comprendono: arrampicata su roccia naturale; arrampicata sportiva su strutture naturali ed artificiali; alta montagna e ghiacciai; cascate di ghiaccio; scialpinismo e sci su pista; escursionismo (anche se non legato ad ambienti montani); soccorso alpino; torrentismo e canyoning.

[Modello "responsive" non trovato]

Nuova palestra di arrampicata “Bouldercity”

A Pietramurata, a pochi metri dalla sede delle guide alpine troviamo anche la Bouldercity, una struttura coperta per l’arrampicata in artificiale. Ci cimentiamo anche noi nei percorsi più facili e sperimentiamo in prima persona la forza di questa proposta che consideriamo molto interessante per coloro che vogliono allenarsi in sicurezza, specie nelle giornate di brutto tempo oppure nelle ore serali.

A tavola: “Mas dela Fam”

Dalla montagna passiamo poi alla campagna. Siamo al Mas dela Fam, nei vigneti di Romagnano, alle porte di Trento. Qui ci accoglie Luca Boscheri con la sua squadra. Questo maso è in effetti una meta sia per la buona cucina che per gli amanti del buon bino. Gaja, figlia di Luca, ci accompagna alla conoscenza dei vini bianchi e rossi frutti di sapienti uvaggi del territorio, mentre lo chef Herolind Demiri ci descrive i piatti della tradizione ed i dolci in particolare. I vini di Luca maturano in botti di rovere che vengono conservate in una piccola cantina di Ravina. In questo vero e proprio scrigno della memoria vitienologica trentina incontriamo Stefano Bailoni giovane cantiniere che ci parla dell’importanza dell’affinamento in questi ambienti storici e della passione della sua famiglia per il buon bere. Facciamo anche la conoscenza di Mario Angheben amico di Luca e di suo padre, il compianto Franco Boscheri, che per lunghi anni ha coltivato il sogno, oggi realizzato, di fare del Mas dela Fam un locale pubblico bello ed accogliente. Fra le tante iniziative promosse in questo luogo vi ricordiamo Buon Vino Trentino una tappa primaverile d’eccellenza in compagnia di prodotti e produttori d’eccellenza uniti dalla passione per la qualità, sia del vino, sia del territorio.

testo di Walter Nicoletti
foto di Agh

© Copyright 2001-2012 – E’ vietata la riproduzione di testi e foto
salvo esplicita autorizzazione – Tutti i diritti riservati / All rights reserved