VAL DI FASSA, LA MAGIA DELLE DOLOMITI D’INVERNO

VAL DI FASSA, LA MAGIA DELLE DOLOMITI D’INVERNO

1889
CONDIVIDI
Questa settimana siamo in Val di Fassa, proprio sotto le Dolomiti, le montagne più belle del mondo.


Una splendida vista del gruppo del Sella: in primo piano il Sass Pordoi, in fondo il Piz Boè
La spettacolare vista sul Gruppo del Sassolungo. Da destra Sassolungo, Cinquedita, Sasso Levante e coperto da dietro quest’ultimo SassopiattoG
Una malga nei lungi pendii sotto il gruppo del Sassolungo
Queste caratteristiche guglie sono state ufficialmente riconosciute dall’Unesco come Patrimonio Mondiale Naturale dell’Umanità e richiamano ogni anno per migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo. I “Monti Pallidi” sono dei preziosi gioielli, unici per loro bellezza, che custodiscono i segni di una storia millenaria. Il nostro viaggio parte da Moena, “Perla delle Alpi”.
Sculture di ghiaccio sull’Avisio a Moena
L’entrata nella rete delle «perle», ci spiega Livio Gabrielli dell’Apt di Fassa, è una garanzia di qualità della vacanza. Il network alpino offre per ciascuna aderente pacchetti turistici sia d’estate sia d’inverno, anche in forma di week-end e settimane gastronomiche basate sui prodotti locali.
Livio Gabrielli: apt Val di Fassa

Con Luciano Fosco,direttore della Scuola italiana sci Canazei Marmolada, facciamo la visita del nuovo campo scuola di Canazei che presenta una serie di offerte particolarmente interessanti per la famiglia ed orientate ad una vera e propria immersione giornaliera sulle piste per i piccoli amici dello sci.

Walter e Luciano Fosco con le mascotte della scuola Italiana Sci Canazei Marmolada
Amedeo Giacomelli, Scuola Italiana Sci Canazei Marmolada
Amedeo Giacomelli, maestro di sci di fondo ci presenta la fitta rete di percorsi per questa disciplina che è possibile trovare in valle mentre trainati dai cavalli di Dennis Furlani ci concediamo una giro in carrozza nei suggestivi paesaggi innevati di Fassa.
Dennis Furlani: Appassionato malgaro (d’estate) e allevatore di cavalli
I cavalli Norici erano tradizionalmente usati per il lavoro in campi e foreste
Un’intenso primo piano dei due norici che ci hanno accompagnato per le strade di Canaze
La rigida temperatura esterna fa’ si che d’inverno i cavalli siano sono sempre circondati da una fitta condensa
Altra bella immagine dei due cavalli Norici
Ma torniamo allo sci alpino. La Val di Fassa è dotata di 230 chilometri di piste, 9 ski aree collegate tra di loro direttamente dalla rete degli impianti o, in alcuni casi, da comodi servizi ski bus. In totale troviamo 86 impianti di risalita.
Giochi d’acqua e di ghiaccio sul torrente Avisio
I bimbi alle prese con Topolino e la moscotte del campo scuola di Canazei Marmolada
I comprensori sciistici sono tre: Val di Fassa /Carezza, Trevalli e Dolomiti Superski, il carosello più vasto d’Europa. Da qualsiasi paese della valle (Moena, Soraga, Vigo, Pozza, Mazzin, Campitello e Canazei) si può intraprendere ogni giorno un diverso itinerario: partire alla volta della Sella Ronda – che collega Canazei e Campitello alla Val Gardena, Val Badia e Arabba/Marmolada – o del Giro della Grande Guerra per sconfinare in Veneto e Alto Adige. Meno impegnativo ma altrettanto suggestivo è lo Skitour Panorama. Fabrizio Defrancesco esperto esploratore e guida alpina, ci parla delle tante possibilità di arrampicata per esperti che esistono in Dolomiti in inverno, nonché di itinerari per sci alpinisti ed amanti della camminata.
Qualità elevata sia nel cibo, che nell’architettura e nel personale di servizio
Alex Monteleone: Alex Monteleone, ristorante “Il fienile” al Col Rodella
Brindisi: al Lupo Bianco, alcuni amici brindano a Girovagando
Le spettacolari pareti del Gruppo del Sella
Fabrizio Defrancesco: esperto esploratore e guida alpina
Facciamo poi un’interessante scoperta gastronomica. Stiamo parlando del ristorante Il Fienile al Col Rodella, proprio sotto il bellissimo gruppo del Sassolungo.
Alcuni primi piatti che trovate in questo piccolo ma prezioso ristorante
Un brindisi negli spazi curati del Fienile dove la tradizione del legno si sposa con la modernità del vetro
Prodotti locali ed alta qualità al “Fienile”, proprio sotto il gruppo del Sassolungo
Anche i dolci sono davvero ottimi!
La fiorentina del Fienile
Alex Monteleone è un ristoratore della nuova generazione ladina che ha saputo accomunare tradizione ed innovazione creando un locale unico, originale, adatto per coloro che amano la qualità sia nell’estetica, sia nel gusto. Chiudiamo la giornata concedendoci un momento di relax presso il complesso di Canazei gestito dall’omonima società per l’incremento turistico.
Giorgia Lorenz: marketing Canazei
Qui troviamo un’originale centro benessere, palestre, una piscina coperta e un’ altra piscina (udite un po’) all’aperto, grazie ad un sofisticato sistema di riscaldamento che permette ai tanti turisti di farsi una nuotata all’ombra delle guglie dolomitiche innevate.
La Chevrolet Captiva
Tramonto da Canazei sul Gruppo del Sella
Una delle zone relax del centro Dolaondes
La piscina, interna ed esterna, del centro Dolaondes
testo di Walter Nicoletti © Copyright 2001-2012 – E’ vietata la riproduzione di testi e foto salvo esplicita autorizzazione – Tutti i diritti riservati / All rights reserved