VAL DI FIEMME: neve, outdoor e qualità della vita

VAL DI FIEMME: neve, outdoor e qualità della vita

La valle di Fiemme ha scelto da tempo la strada della qualità dell’offerta turistica con un sistema di trasporto che cerca di limitare l’uso dell’auto, con un apprezzabile aumento degli agriturismi e delle attrattive rurali e con un sistema impiantistico di tutto rispetto.

983
CONDIVIDI

La puntata che proponiamo inizia parlando dello sci in tutte le sue declinazioni e in modo particolare ci soffermiamo sul Tour de Ski, una tappa fondamentale della Coppa del Mondo di Sci di Fondo.

L’appuntamento, come ci spiega Flavio Delvai, è per domenica 7 gennaio sulla pista Olimpia dell’Alpe Cermis dove i concorrenti si misureranno in salita lungo questo splendido ed insolito itinerario.

Con Flavio Delvai, del Consorzio Impianti Fiemme-Obereggen, rivisitiamo le piste di Pampeago e ci immergiamo nel fascino invernale delle Dolomiti.

E’ in questa dimensione che troviamo ristoro presso lo Chalet Caserina in compagnia di Arianna Piazzi e della sua famiglia attraverso i quali possiamo assaggiare una serie di primi piatti accompagnati da vini deliziosi.

Con Federica Bailoni della Ski Area Alpe Cermis ci inoltriamo poi lungo le piste del versante del Lagorai di Fiemme per una serie di discese davvero emozionanti.

Da rimarcare l’attenzione dedicata in val di Fiemme a tutto quanto significa famiglia ed educazione allo sci attraverso scuole e strutture adeguate e competenti.

Siamo poi a Predazzo per onorare la cucina di Ezio Cemin che ha fatto tesoro delle tradizioni locali ad iniziare dai prodotti del pastificio Felicetti che dista pochi decine di metri da questo ristorante caldo ed accogliente.

Visitiamo poi il piccolo ma simpatico villaggio natalizio di Predazzo con l’annesso campo di pattinaggio dove ammiriamo le notevoli evoluzioni di Gaia Melillo descritte dall’assessore al turismo Giuseppe Facchini.

In valle di Fiemme vige pertanto lo slogan “snow lovers no skiers” nel senso che si può amare la neve, ma non sempre questo amore significa sciare. In valle c’è infatti posto per tante escursioni, per il relax ed il benessere, per tante occasioni per stare a contatto con la natura apprezzandone il silenzio e contemplandone il paesaggio.