VAL DI FIEMME

VAL DI FIEMME

1311
CONDIVIDI

 

L’ombelico del fondo! – 22 dicembre 2012

Questa settimana siamo in Valle di Fiemme che si appresta ad ospitare per la terza volta i Campionati mondiali di sci nordico. Con oltre 1200 volontari la valle, significativamente soprannominata “l’ombelico del fondo” si appresta ad ospitare una manifestazione che la proietterà sulla ribalta mondiale a partire dal 19 febbraio prossimo.

Mondiali di Sci Nordico 2013 – 20 febbraio – 3 marzo 2013

Il Comitato Organizzatore dei Campionati del Mondo di Sci Nordico ha ascoltato idee e definito progetti, per offrire strutture sportive perfette, eventi collaterali di richiamo internazionale e una mobilità sostenibile ed efficiente. Il restyling ha interessato il PalaFiemme di Cavalese, che ospiterà i mass media, il Centro del Salto sugli sci di Predazzo e il Centro del Fondo di Lago di Tesero. Bruno Felicetti, direttore dell’Apt di Fiemme, ci snocciola alcuni dati: più di 60 squadre provenienti dai 5 continenti hanno assicurato la presenza ai Campionati del Mondo. Oltre a 36 squadre europee, 12 asiatiche, 3 africane e 5 sudamericane, parteciperanno anche atleti australiani e neo zelandesi. Una miriade di spettacoli, degustazioni e giochi scandiranno l’evento. Da sottolineare che dal 20 febbraio e per tutta la durata dei mondiali sarà possibile praticare lo sci alpino con sconti sostanziosi sulle piste e l’accesso gratuito alle gare di fondo e salto. Anima e cuore dei Campionati, 1153 volontari che si sono messi a disposizione con pieno entusiasmo. Ciò che incrementa maggiormente l’interesse è l’originale e ricco programma di eventi di contorno. Con Fan Parade a Cavalese ogni giorno, concerti, intrattenimento per i più piccoli e spettacoli, la Val di Fiemme si presenta più che all’altezza della situazione. Inoltre, non mancheranno momenti di degustazione delle specialità regionali: speck, salami, formaggi, dolci tipici, con grappe e vini trentini. Saranno proposti una ventina di concerti per rivivere con le tribute band l’epopea dei Beatles, dei Queen e degli Abba. Oltre a concerti di musica classica e folk, scandiranno l’evento due deejay set di livello internazionale. Fra le altre iniziative di contorno, il South Nordic Festival, Fiemme Arena, Winterfest, due notti verdi e molto altro, senza contare che ogni sera la premiazione in Piazza dei Campioni a Cavalese si trasformerà in una grande festa.

A tavola a “La Trattoria” a Lago di Tesero

Al Centro del Fondo presso Lago di Tesero si trova la Trattoria, un ristorante gestito della famiglia Vanzo dove potrete degustare al giusto prezzo piatti della tradizione e di pesce. Interessanti i primi piatti che possono essere considerati a tutti gli effetti dei piatti unici. Ottime anche le pizze e la scelta dei vini.

Non solo sci nordico

Ma Fiemme non è solo sci nordico. Il cuore della valle sono gli impianti di sci alpino dal Cermis e dello Ski Center Latemar fino al Lusia, la ski area copre oltre 100 chilometri di piste che, grazie a condizioni particolarmente favorevoli, sono perfettamente innevate. Flavio Delvai, del consorzio degli impianti a fune ci presenta alcune importanti novità. In primo luogo la nuova pista in notturna sul Cermis che, dopo quella di Pampeago, consente di offrire un servizio in più per tutti gli sportivi e gli ospiti. Con i suoi 11 paesi, la Val di Fiemme è delimitata da celebri monti come la Catena del Lagorai e il gruppo del Latemar. Inoltre, si trova in mezzo a due parchi naturali quello di Paneveggio – Pale di San Martino e quello altoatesino del Monte Corno. L’intera Val di Fiemme può essere definita un vero e proprio parco, grazie alla vastissima estensione di boschi che, coltivati in modo rispettoso da secoli, hanno rappresentato, specie nel passato, una fonte di sussistenza per la popolazione locale. Queste foreste (che ormai da qualche decennio si ampliano al ritmo di circa cento ettari all’anno) influenzano in modo positivo la qualità dell’aria e del clima, favorito anche dall’orientamento della valle, che si allunga prevalentemente da Ovest verso Est. Il paesaggio tipicamente alpino della Val di Fiemme è caratterizzato soprattutto dall’abete rosso che riesce a sviluppare un’altezza di 50 metri, con esemplari che raggiungono una circonferenza fino a 6 metri e un volume di tronco di 25/30 metri cubi: ovvero, quanto serve per costruire una casa. I boschi della Val di Fiemme appartengono quasi esclusivamente ai Comuni e alla Magnifica Comunità di Fiemme, un’originale e antichissima istituzione di reminiscenza longobarda che dal 1100 al 1800 ha costituito una sorta di piccola repubblica nell’ambito del principato di Trento. A Cavalese, presso la Pieve dell’Assunta, a testimonianza dell’istituzione medievale, è ancora visibile un manufatto di forma circolare, cd. “banc de la rason” dove i fiemmazzi si riunivano in assise per discutere e prendere decisioni civili. La Magnifica Comunità di Fiemme è proprietaria di 20.000 ettari di foreste certificate.

La Pinacoteca nel Palazzo della Magnifica Comunità

Presso il Palazzo della Magnifica Comunità di Cavalese è visitabile la pinacoteca degli artisti dell’antico scuola pittorica di Fiemme. Interessante la mostra permanente e naturalmente questo palazzo recentemente restaurato.

testo di Walter Nicoletti
foto di Agh

© Copyright 2001-2012 – E’ vietata la riproduzione di testi e foto
salvo esplicita autorizzazione – Tutti i diritti riservati / All rights reserved