VALLE DEI LAGHI: DIMENSIONE NATURA

VALLE DEI LAGHI: DIMENSIONE NATURA

1544
CONDIVIDI

Il lago di Cavedine è il luogo da cui partiamo per vivere la dimensione avventura di questa settimana.

Preservato negli anni dal turismo di massa, questo specchio d’acqua, soggetto al sistema idroelettrico della valle, ha conservato intatta la sua dimensione paesaggistica tanto che la collina boscosa circostante sembra tuffarsi direttamente nelle sue acque.

Su queste declivi nidificano rapaci e altri volatili così come cresce rigogliosa la foresta prealpina.

Accarezzato dalla brezze del Garda è inoltre diventato la meta di tanti appassionati di vela e windsurf tanto da trasformarsi anche in un’apprezzata scuola famosa nel territorio alto gardesano.

Animatore di questa “riscoperta del luogo” è Andrea Danielli fondatore ed animatore di Windvalley, una scuola di vela adagiata proprio a metà del lago. Il luogo è adatto anche per semplici momenti di relax e soste ristoratrici in un ambiente altrettanto ameno che ospita, oltre agli amanti del lago, anche i tanti bikers che frequentano la pista ciclabile e gli altri itinerari di questo tipo.

Con Andrea ci inoltriamo sulle tranquille acque lacustri ed apprezziamo le innumerevoli attività della scuola per poi intraprendere la strada che ci conduce, sempre lungo le ciclabili, verso Riva del Garda e Torbole.

Qui incontriamo Ivan Beltrami, già campione olimpionico di ciclismo ed amante della bicicletta in tutte le sue dimensione. L’Alto Garda, con la sua rete di ciclabili e percorsi di mountain bike si presta egregiamente ad innumerevoli esperienze dalle più sportive ed impegnative alle semplici passeggiate in famiglia.

Siamo poi alla Cantina di Toblino dove conosciamo Franco Zanella, nuovo Patron dell’Hosteria, una tappa per esperti ed appassionati di vini di montagna così come per semplici girovaghi alla ricerca delle emozioni vacanziere della valle.

Raggiungiamo poi la cantina di Toblino
La cantina è dotata di un fornitissimo punto vendita.
Inoltre molto interessante è l'esperienza dell'Hosteria, un ristorante che trova spazio in cantina, dove è massimo l'attenzione per vini e prodotti del territorio
Qui ad esempio degustiamo Orzo della Valle del Chiese con verdure locali e spressa delle giudicarie, Abbinato lo Chardonnay Bio di Toblino
I classici Strangolapreti abbianati alla Nosiola
Salmerino allevato nelle acque del Sarca
Il salmerino è abbianto al Kerner, un grande vitigno di montagna
Cervo con Polenta di Storo
L'abbianemto in questo casa è con Il Rebo
Per finire, sbrisolona fatta con Farina di Storo, bianca o al cioccolato
L'abbinamento del dolce è con uno splendido Vino Santo del 2002
Ignazio Zaccone è l'anima dell'Hosteria Toblino
Carlo De Biasi, direttore della cantina
Lorenzo Tomazzoli enologo

Concludiamo la nostra giornata occupandoci di Rock Master.

Il festival più atteso da tutti gli appassionati e gli atleti di arrampicata è finalmente alle porte. Dal 24 al 27 agosto, in un’unica affascinante edizione, il Rock Master colorerà Arco con il suo intenso e coinvolgente programma di gare e competizioni all’insegna del grande sport.
Il 24 agosto, a inaugurare la quattro giorni di appuntamenti, ci saranno le qualifiche del Rock Junior Boulder e Speed, spiega il direttore Angelo Seneci.

L’edizione 2017 di Rock Master va a coronare una lunga storia del festival di arrampicata iniziata nel 1987 e lo proclama come la più importante competizione di arrampicata sportiva al mondo, una tappa che non può mancare nel palmares dei grandi campioni. Due le discipline che rappresentano l’anima del festival: Rock Master Duel e KO Boulder Contest.