VALLE DI GRESTA, capitale Bio

VALLE DI GRESTA, capitale Bio

C'è una valle nel cuore delle prealpi trentine che è il regno del biologico, una valle della salute. Vi portiamo in Valle di Gresta!

14
CONDIVIDI

Siamo in valle di Gresta, Trentino meridionale, proprio sopra il lago di Garda tanto che la valle viene chiamata anche Valle di Gardumo.

La particolare esposizione a sud e il clima gardesano fanno di questo luogo la capitale dell’orticoltura biologica, metodo che è diventato un vero e proprio stile di vita tanto da trasformare questo territorio in un vero e proprio piccolo biodistretto dell’agricoltura sostenibile.

Wanda Rosà, presidente del Consorzio ortofrutticolo della valle, ci descrive l’impegno di tanti piccoli produttori, diversi dei quali anche giovani, per produzioni che puntato a qualificarsi per la loro salubrità, in linea con le moderne esigenze di un’alimentazione sana e sicura.

L’inizio di questa avventura, maturato oltre 35 anni fa, ci viene ricordato da Gigi Mazzucchi, noto anche con l’appellativo del contadino dai piedi scalzi per l’abitudine di questo “uomo delle Alpi” di vivere e lavorare a contatto con la natura secondo natura.

Il figlio Giorgio, allevatore e orticoltore, ci descrive le tante operazioni che legano assieme la passione per gli animali con la coltivazione di patate e altri vegetali. La rotazione, la necessità di rafforzare naturalmente la fertilità dei suoli sono i segreti millenari di un’agricoltura che vive grazie al perfetto equilibrio con la terra.

Con Nicola Petrolli, altro giovane coltivatore della valle, raccontiamo la raccolta del cavolfiore. Con grandi tute e stivali da pescatori, questi particolarissimi orticoltori raccolgono queste verdure all’alba, quando nei campi c’è ancora molta umidità, selezionando solo quelli maturi ed attendendo nei giorni seguenti quelli non ancora pronti. L’agricoltura di qualità ha dei tempi che vanno sempre rispettati.

Matteo Calliari, direttore del Consorzio, e Enrico Cappelletti, trasformatore di piccoli frutti in prelibate confetture e succhi, ci parlano poi degli altri prodotti della valle e del crescente interesse per queste leccornie, espressione del territorio.

Siamo poi a Malga Somator, nei pressi di passo Bordale, per fare visita all’amico Denis Bertolini grande estimatore della cucina tradizionale e vegetariana in particolare. La malga è meta di visitatori, escursionisti e bikers e non mancano le occasioni per apprezzare la buona cucina abbinata con gli ortaggi grestani.

A Mas Muriei, poco distante, visitiamo il maneggio fondato da Giuliano Martinelli ed oggi gestito da Romano Dalla Brida che offre interessanti proposte per gite e trekking a cavallo davvero entusiasmanti.

Concludiamo con Loris Bertolini presidente della Mostra mercato della valle che animerà l’agricoltura di questo territorio dal 23 settembre al 14 ottobre prossimi.