VALLE DI PRIMIERO

VALLE DI PRIMIERO

1511
CONDIVIDI

Oltre lo sci – 19 febbraio 2011

Questa penultima puntata del ciclo invernale è dedicata alla Valle di Primiero, e soprattutto alle tante iniziative “oltre lo sci” che fanno da corollario alla ricca offerta turistica invernale.

Panorami strepitosi

Le Pale di San Martino con il Cimon della Pala, la Cima Rosetta ed il Sass Maor: ecco lo scenario che ci attende nella prossima puntata di Girovagando in Trentino. Valeria Vecchietti, maestra di sci ed animatrice della locale Apt ci guida in questo scenario dolomitico d’eccezione alla scoperta di itinerari slow per una sciata tranquilla e a misura di persona. Da Passo Rolle al versante della Tognazza fino all’Alpe della Tognola, questo carosello sciistico del Trentino orientale offre una vista mozzafiato sulle Dolomiti e sul Lagorai che difficilmente potrete scordare. Da sottolineare che questo paesaggio rientra nel Parco naturale di Paneveggio – Pale di San Martino e che il turista può usufruire di una interessantissima serie di proposte di vacanza attiva. Dalle ciaspolate con le guide alpine agli itinerari a piedi, dallo sci di fondo agli incontri culturali, questa vastissima area del Primiero offre un vacanza all’insegna della qualità in tutti i suoi aspetti. Non ultimo i prodotti tipici: dai nostrani a crosta bagnata alla mitica Tosèla, dai vini trentini alla calda accoglienza come nel caso del Ristorante Malga Ces dove ci siamo fermati a pranzo.

La scuola per unità cinofile della Guardia di Finanza

Il programma della nostra intensa giornata ha anche previsto una
esercitazione della Scuola per cani da valanga della Guardia di Finanza. Sulle distese innevate di Passo Rolle il coordinatore delle unità cinofile Walter Levis ci ha illustrato tutti i segreti dell’addestramento dei cani e più in generale ci ha istruito circa le regole di sicurezza e prevenzione del rischio valanghe, inclusa una dimostrazione di ricerca in valanga tramite l’apparecchio ARTVA utilizzato con l’indispensabile complemento di sonda e pala. Ogni giovedì le dimostrazioni sono aperte la pubblico che può assistere a tutte le fasi del soccorso. Un’iniziativa molto interessante anche come opera di divulgazione, educazione e prevenzione dal rischio valanghe per tutti coloro che praticano sport in ambiente innevato (sci alpinismo, escursionismo a pedi, in ciaspole eccetera) in ambiente innevato.

[Modello "responsive" non trovato]

A tavola: Malga Ces a San Martino di Castrozza

Malga Ces è un rinomato ristorante che abbiamo visitato in una precedente puntata di Girovagando l’8 dicembre 2007. E’ nato dalla attività di ristorazione messa in piedi timidamente dalla famiglia Scalet nel lontano 1942. Oggi Malga Ces è un confortevole ristorante in stile rustico-montano molto accogliente, con un’offerta culinaria di prim’ordine. La cucina privilegia ovviamente i piatti regionali, quelli tipici della malga, ma anche piatti più tradizionali della cucina trentina in generale. Particolarmente apprezzate sono le carni alla griglia e i piatti con la selvaggina. Nella puntata in tv, interviste alla titolare Antonietta Cemin Scalet e allo chef Ezio De Riz, che ci ha preparato un pranzo coi fiocchi.

Gastronomia “didattica” per grandi e piccini

Abbiamo concluso la giornata a Cima Tognola con una serie di esperienze gastronomiche per grandi e piccini. Per i bambini, Mani in Pista è una specie di mini corso dove si impara a mescolare, impastare, insomma a diventare piccoli cuochi in erba per preparare facili ricette a base di prodotti tipici. A dirigere il tutto, le esperte “Tagesmutter” del Kinderland di Cima Tognola. Per gli adulti invece la proposta Gusto Trentino, ovvero ghiotti appuntamenti con il gusto per scoprire i sapori della Valle di Primiero abbinati a vini e grappe trentini, sapientemente raccontati da esperti sommelier, produttori e chef. Dora Tavernaro, della Strada dei Formaggi delle Dolomiti, ci accompagna in queste esperienze che riflettono l’interesse emergente per la buona cucina di montagna.

Sapori d’alta quota – Ogni giovedì fino al 31 marzo al Rifugio Tognola

Una degustazione di prodotti tipici della Strada dei Formaggi delle Dolomiti con particolare riferimento ai formaggi di Primiero, proposti in abbinamento con miele locale e vini Trentini D.O.C.. Il tutto a 2000 metri di quota, presso il Rifugio Tognola di San Martino di Castrozza, con vista sulla splendida cornice delle Pale. A partire dalle 16.30, i partecipanti potranno vivere la magica attesa del calar del sole, immersi tra la candida neve, degustando ciò che proprio su queste montagne si produce nel corso dell’estate. Lo chef Fabio, in collaborazione con i diretti produttori, presenterà agli ospiti segreti e caratteristiche del Nostrano di Primiero fresco e stagionato, della Tosèla, delle ricotte, del Puzzone di Moena, del Caprino di Cavalese, del Nostrano di Fassa, e di tanto altro ancora. Il tutto accompagnato da diversi tipi di miele locale, dal millefiori di alta montagna, all’acacia, per finire con il pregiatissimo miele di rododendro. In abbinamento i migliori vini del Trentino presentati direttamente da chi li produce. Anche per questa edizione, uno spazio internamente dedicato alle famiglie dove i più piccoli potranno godere di una merenda sana e genuina abbinata ai succhi di mela o di piccoli frutti del Trentino. I maestri di sci della Scuola Italiana Sci Dolomiti di San Martino di Castrozza accompagneranno chi lo vorrà in una spettacolare fiaccolata lungo i pendii della pista Tognola. Chi non scia potrà invece tornare in paese a bordo della cabinovia. Prezzo: intero 12 €, ridotto 9 € per bambini fino a 14 anni. Il prezzo include: andata e ritorno in cabinovia, degustazioni, musica dal vivo, fiaccolata con i maestri di sci. Condizioni speciali per gruppi (min. 25 pax) e famiglie (min. 4 pax) Per informazioni e prenotazioni: Funivie Seggiovie San Martino Spa, tel. 0439 – 68329 / 68026, rifugiotognola@tognola.it.

Oltre lo sci – dal 10 gennaio al 31 marzo 2011

San Martino di Castrozza, Primiero e Vanoi offrono un ricco programma settimanale di proposte, come alternativa o complemento alla vacanza sugli sci: passeggiate guidate, escursioni con racchette da neve (ciaspole), degustazioni di prodotti tipici locali, visite storico-artistiche, affascinanti esplorazioni ed avventure all’aria aperta. E’ un modo insolito ed emozionante per vivere l’atmosfera dei paesi di montagna e l’ambiente del Parco Naturale nella quiete della stagione invernale.

testo di Walter Nicoletti
foto di Alessandro Ghezzer (Agh)

© Copyright 2001-2011 – E’ vietata la riproduzione di testi o foto
salvo esplicita autorizzazione – Tutti i diritti riservati / All rights reserved